Achenbach Oswald

Oswald Achenbach. Via Appia con la Tomba di Cecilia Metella - Tecnica: Olio su tela, 100 x 145 cm
Via Appia con la Tomba di Cecilia Metella. Tecnica: Olio su tela

Biografia

Oswald Achenbach (Düsseldorf, 1827 – 1905), fratello minore di Andreas (1815-1916), si forma presso di lui, accogliendone la visione romantica già precorritrice però di elementi veristi.

Andreas, autore di paesaggi burrascosi, di marine in tempesta o di paesaggi montani intrisi di sublimi suggestioni, è però più anziano di lui di dodici anni.
Sebbene approdi al realismo e ne sia di fatto il pioniere in Germania, risulta ancora legato fortemente a stilemi del passato.

Oswald Achenbach invece, molto più vicino al linguaggio ampio e limpido di matrice italiana, approda ad un paesaggio che sicuramente risente dell’influenza della Scuola di Posillipo. Dopo la formazione al seguito del fratello, frequenta come lui l’Accademia di Düsseldorf, dove dimostra ben presto la sua attitudine verso la pittura di paesaggio.

Il rapporto con l’Italia: Roma, Napoli e Firenze

Grande viaggiatore, Oswald Achenbach arriva per la prima volta in Italia nel 1850, quando visita come il fratello Roma e Napoli e si spinge fino a Firenze. Altre cinque volte nel corso degli anni Cinquanta l’artista fa ritorno in queste città, traendo spunto dalla luce meridionale.

Le vedute urbane, ma anche le compagne che circondano Roma e Napoli diventano da questo momento in poi le principali protagoniste delle opere di Achenbach. Lo studio en plein air, poi rifinito in studio, fa si che le sue vedute risultino ormai libere da canoni accademici.

La resa cromatica e luministica sono i principali campi di sperimentazione del pittore tedesco, ormai slegato dal linguaggio dai toni drammatici del fratello. Dunque, da un paesaggio oscuro e tipicamente romantico, passa ad una veduta libera e sciolta, luminosa e chiara.

Le sue opere ottengono subito un forte riscontro a livello di mercato e oggi sono conservate nei musei di Monaco, Düsseldorf, Berlino, Oslo e New York. Tornato a Düsseldorf, l’artista muore nel 1905, prima del fratello più anziano.

Il paesaggio italiano

Mentre in Andreas si nota l’influenza turneriana soprattutto nelle marine tempestose del nord, Oswald Achenbach sembra accoglierne la luminosità del viaggio in Italia degli anni Venti. La trattazione della luce, in effetti, sembra trarre anche spunto dalla Scuola di Posillipo.

I temi trattati sono quelli del paesaggio del Golfo di Napoli, con i suoi magici riflessi e con le brulicanti  e popolari attività della spiaggia. Anche Capri, Ischia e il Vesuvio compaiono spessissimo nelle vedute ampie e luminose del pittore tedesco.

Ne sono esempio Veduta di Ischia da Capri, L’eruzione del Vesuvio, Veduta di Ischia con il Castello Aragonese, Ischia-Festa di sant’Anna. Ma anche Roma e la sua campagna ispirano fortemente Achenbach, incuriosito in parte dal paesaggio classico, in parte dalle istanze realiste corotiane.

A dimostrazione dell’importanza di Roma nel repertorio dell’artista vi è l’opera presentata all’Esposzione Internazionale del 1911, La piramide di Cestio. Ma ancora, esegue La fontana di Trevi di notte, Il terrazzo di una villa romana, Veduta di Roma con Castel Sant’Angelo, Fontana nella villa d’Este a Tivoli.

Molto frequenti sono anche vedute di Firenze e Venezia e delle Alpi svizzere ed italiane, trattate con pennellata sciolta e libertà dello sguardo, sempre però permeate dall’atmosfera romantica.

Quotazioni Oswald Achenbach

Conosci le stime aggiornate del pittore? 

Fatti guidare dai nostri consulenti storici dell’arte per una valutazione gratuita del tuo quadro di Oswald Achenbach.

Contattaci sia caricando le immagini dell’opera direttamente nel form sottostante, oppure utilizza i contatti in alto.

Offriamo una stima dei nostri esperti in meno di 24 ore, grazie alla lunga esperienza nel settore. Acquistiamo inoltre dipinti di questo artista.

È indispensabile avere le foto dell’opera con rispettive misure, della firma ed anche del retro, per una stima dettagliata.

 

 

Corrente Artistica:

Richiesta inviata correttamente.

Ti risponderemo nel più breve tempo possibile. Grazie

Errore! Richiesta non inviata.

Ti preghiamo di riprovare e in caso di errore di contattarci via mail scrivendo a info@valutazionearte.it

Hai un'opera di Oswald Achenbach e vuoi venderla?

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

Carica immagini delle tue opere

Seleziona o trascina i file da caricare qui dentro

error: @ Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.