ANGELO BECCARIA

Angelo Beccaria. Paese di Montagna (nei pressi di Quincinetto). Olio su tavola, 22,6 x 33,5 cm. Firma a monogramma in basso a sinistra
Paese di Montagna (nei pressi di Quincinetto). Tecnica: Olio su tavola

Biografia

Angelo Beccaria (Torino, 1820 – 1897), si forma all’Accademia Albertina. Ben presto abbandona il classicismo per farsi interprete di un linguaggio più legato alla pittura di paesaggio. Visita spesso le campagne piemontesi e valdostane per ritrarle dal vero, dando vita a paesaggi intimi e affascinanti.

Negli ultimi anni della sua vita si dedicherà oltre che alla pittura anche alla filantropia facendo costruire l’Asilo infantile di Sciolze e elargendo importanti somme all’Istituto dei rachitici di Torino. Muore a Torino nel 1897.

Formazione

A 18 anni si iscrive all’Accademia Albertina di Torino dove si presenta con una prova a penna tratta da un’acquaforte di Boisseau. In accademia studia sotto la guida del pittore neoclassico Giovanni Battista Biscarra (Nizza, 1790-Torino, 1851). Purtroppo viene colpito da una grave malattia agli occhi che gli impedisce di seguire la scuola serale di nudo. Non volendo abbandonare in alcun modo la formazione artistica, decide di dedicarsi alla pittura di paesaggio.

Studi dal vero e all’aperto

I paesaggi di Angelo Beccaria non traggono spunto solamente dalla famosa natura istoriata del torinese Massimo D’Azeglio (Torino, 1798-1866), ma anche dal naturalismo olandese del Seicento. Ciò si può notare dalla composizione ordinata e allo stesso tempo pervasa da un’atmosfera densa e nebbiosa di alcune raffigurazioni.

Ma l’elemento più importante rimane soprattutto dallo studio dal vero e all’aperto. Insieme a Carlo Piacenza (Torino, 1814-1887), Giuseppe Camino (Torino, 1818-Caluso, 1890) e Edoardo Perotti (Torino, 1824-1870) compie lunghe e meticolose escursioni nella campagna piemontese e valdostana.

Beccaria Angelo. Le Opere

L’artista presenta regolarmente alla Società Promotrice a partire dal 1843 diversi paesaggi con figure, come Tramonto del sole.
Le opere di Beccaria cominciano a riscuotere un grande successo di critica e di pubblico e la lista dei compratori, signorotti borghesi o nobili, è veramente cospicua.
Il marchese Ferdinando Breme, futuro direttore dell’Accademia, decide di acquistare Paesotto con figure di animali nel 1854, ora alla Galleria Civica d’Arte Moderna di Torino.

L’appoggio della famiglia reale

Viene nominato insegnante privato di disegno dei figli di Vittorio Emanuele II e di diversi rappresentanti della nobiltà torinese.
L’appoggio e l’apprezzamento della famiglia reale è testimoniato dall’acquisto di molte opere di Beccaria. Quelle esposte a Genova entreranno a far parte della collezione di Oddone di Savoia, tra cui La pesca del 1853 e Gruppo di figure e animali del 1856.

Molte altre opere vengono acquistate dalla Società Promotrice torinese. I paesaggi nella sua produzione tarda si avvicino anche ad un certo gusto orientaleggiante ed estremamente moderno.

Quotazioni di Angelo Beccaria

Vuoi conoscere le ultime stime dei suoi quadri?

Puoi contare sui nostri specialisti storici dell’arte per una perizia gratuita della tua opera di Angelo Beccaria.

Interpellaci sia caricando le immagini della tela direttamente nel form sottostante, oppure usando i criteri di contatto in alto.

Grazie alla lunga esperienza nel campo, possiamo offrire una stima anche in meno di 24 ore. Acquistiamo inoltre dipinti di Angelo Beccaria e altri artisti a lui contemporanei.

Per una stima rigorosa, è indispensabile avere le foto dell’opera con rispettive misure, della firma ed anche del retro.

Corrente Artistica:

Richiesta inviata correttamente.

Ti risponderemo nel più breve tempo possibile. Grazie

Errore! Richiesta non inviata.

Ti preghiamo di riprovare e in caso di errore di contattarci via mail scrivendo a info@valutazionearte.it

Hai un'opera di Angelo Beccaria e vuoi venderla?

Risposte anche in 24 ore.

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

Carica immagini delle tue opere

Seleziona o trascina i file da caricare qui dentro

error: © Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.