FRANCESCO BEDA

Francesco Beda. l Pittore con la Modella. Tecnica: Olio su tela, 61 x 86 cm
l Pittore con la Modella. Tecnica: Olio su tela, 61 x 86 cm

Biografia

Francesco Beda (Trieste, 1840 – 1900) si forma presso l’Accademia di Venezia dal 1858. Qui è allievo del pittore austriaco Karl von Blaas (1815-1894) che aveva studiato tra Firenze e Roma ed era stato in contatto con i nazareni e i puristi.

Inizialmente, il linguaggio di Francesco Beda è sostanzialmente legato a quello del maestro. In effetti, i suoi primi soggetti sono storici, ma in un secondo momento, Francesco Beda si dedica soprattutto alla pittura di genere.

Un pittore mitteleuropeo

Ben presto, il pittore, compie numerosi viaggi attraverso l’Europa, dall’Ungheria, alla Croazia, all’Inghilterra. La sua pittura in punta di pennello, cromaticamente precisa e dal disegno prettamente accademico attira il mercato internazionale.

Le scene che caratterizzano il suo repertorio sono soprattutto quelle in costume settecentesco. Ambientate in sontuosi salotti aristocratici, rappresentano incontri diplomatici, the in compagnia, chiacchiere tra dame dell’alta società, frivole scenette galanti.

Un tratto lezioso e charmant

Il merito di Francesco Beda è stato quello di farsi interprete di una pittura sì leziosa, ma anche otticamente precisa, finanche lenticolare. Nelle corti dell’impero austroungarico è famoso soprattutto per i ritratti, sempre eseguiti a punta di pennello, con una particolare attenzione agli abiti, dotati di una perfetta resa filologica.

Le scene frivole, graziose di un’aristocrazia languida e settecentesca sono accompagnate da un cromatismo acceso e luminosissimo, proveniente forse dall’osservazione sul mercato internazionale dei dipinti di Mariano Fortuny (1838-1874) e di Jean-Louis-Ernest Meissonier (1815-1891).

Dunque, interprete di una pittura in costume accattivante e aggraziata, Francesco Beda acquista popolarità in gran parte d’Europa. Questo, soprattutto grazie al contributo del mercante d’arte viennese Winterstein e al successo che ottiene presso gli ambienti aristocratici inglesi. Tornato a Trieste, vi muore nel 1900, a soli sessantanni.

Francesco Beda: un pittore alla moda

Alcune opere, soprattutto quelle di soggetto storico appartenenti alla sua prima fase, sono conservati presso il Museo Revoltella di Trieste. Un esempio è fornito dal dipinto Gli ambasciatori veneti da Carlo VI.

Nonostante Francesco Beda fosse un pittore attivo soprattutto in Europa dell’est e in Inghilterra, diverse sono state le sue partecipazioni ad esposizioni italiane. È testimoniata la sua presenta all’Esposizione di Torino del 1879, in cui compare il dipinto di genere Uno spiacevole incidente nello studio di un pittore.

Quest’opera evidenzia la spiccata attenzione di Francesco Beda per tematiche di genere frivole e allo stesso tempo affascinanti, molto apprezzate dal mercato europeo. Sempre conservato al Museo Revoltella è Il concertino, un’opera estremamente leziosa nel tema, ma preziosa dal punto di vista cromatico, data la scelta di una tavolozza variegata e brillante.

Le ambientazioni settecentesche e rococò

Un’agile e sciolta capacità di utilizzare il pennello si accompagna, come detto, ad una limitata scelta dei temi, sempre tutto legati alla quotidianità fatua e mondana del Settecento.

Salotti impreziositi da dipinti e arredi rococò compaiono in gran parte delle composizioni a punta di pennello. Ne sono esempio Diplomazia, Partita al biliardo, Il fidanzamento, La modella dell’artista, La lezione di arte, La partenza degli ospiti, Nutrendo il pappagallo e Il gioco degli scacchi.

La sapienza disegnativa e una scelta cromatica brillante permangono nelle opere di soggetto orientale cui  si dedica negli ultimi anni. Ne sono esempio Una bellezza orientale e Egiziano con fucile.

Quotazioni Francesco Beda

Conosci il Valore di Mercato delle sue Opere?

Per una valutazione gratuita della tua opera di Francesco Beda, rivolgiti ai nostri esperti storici dell’arte.

Consultaci sia posizionando le foto dell’opera nel form sottostante, oppure utilizzando i procedimenti di contatto in alto.

Offriamo una perizia qualificata anche in meno di 24 ore, grazie alla nostra competenza nel settore. Acquistiamo opere di questo artista.

Inviaci le foto dell’opera con rispettive misure, della firma ed anche del retro; è indispensabile per avere una quotazione mirata.

Corrente Artistica:

Richiesta inviata correttamente.

Ti risponderemo nel più breve tempo possibile. Grazie

Errore! Richiesta non inviata.

Ti preghiamo di riprovare e in caso di errore di contattarci via mail scrivendo a info@valutazionearte.it

Hai un'opera di Francesco Beda e vuoi venderla?

Risposte anche in 24 ore.

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

Carica immagini delle tue opere

Seleziona o trascina i file da caricare qui dentro

error: © Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.