Borsa Emilio

Emilio Borsa, Emilio Borsa, Paesaggio (dettaglio). Tecnica: Olio su tela
Emilio Borsa, Paesaggio (dettaglio). Tecnica: Olio su tela

Biografia

Emilio Borsa (Milano, 1857 – Monza, 1931) studia inizialmente sotto la guida del padre Paolo, insegnante di disegno. In seguito si iscrive all’Accademia di Brera dove segue i corsi di Francesco Hayez (1791-1882). Quest’ultimo, ormai anziano, rappresenta un esempio importante per Borsa, ma non tanto quanto Filippo Carcano (1840-1914).

Lo attraggono, infatti, maggiormente le atmosfere naturaliste più che la pittura di storia. Altro maestro fondamentale per la formazione di Emilio Borsa è lo zio Mosè Bianchi (1840-1904). Viene influenzato dalle sue soluzioni cromatiche e compositive, soprattutto quelle relative ai paesaggi milanesi eseguiti negli anni Ottanta dell’Ottocento.

Il trasferimento a Monza con la famiglia rappresenta una svolta cruciale per Borsa. Uscendo dall’ambiente milanese può concentrarsi sulla pittura di paesaggio, di cui diventa un notevole interprete. Influenzato dal linguaggio dello zio, tutto articolato attorno al colore impressionista, rappresenta soprattutto paesaggi monzesi.

Emilio Borsa trova nel Parco della città la sua principale fonte di ispirazione, oscillando tra naturalismo e accenti scapigliati. Non mancano però anche incursioni nella pittura di genere e nel ritratto, sempre sull’esempio di Mosè Bianchi.

Partecipa regolarmente alle esposizioni milanesi e torinesi e tra il 1895 e il 1924 a quasi tutte le edizioni della Biennale di Venezia. Viene premiato all’Esposizione Universale di Parigi del 1889. Muore a Monza nel 1931, dopo un ricovero in manicomio.

Emilio Borsa, “il pittore del Parco”

Dopo l’esperienza formativa a Milano, Emilio Borsa trova nel trasferimento a Monza la sua dimensione. La sua forte predilezione nei confronti del Parco di Monza gli ha fatto attribuire il soprannome di “pittore del Parco”, tante sono le emozionanti vedute realizzate dal vero in questo luogo.
Al 1878 risale la prima veduta esposta alla Mostra di Torino Il parco di Monza, seguita poi da una serie di altri paesaggi dedicati alla campagna lombarda.

All’Esposizione milanese del 1881 Emilio Borsa presenta Studio campestre e In una stalla e nel 1883 partecipa all’Esposizione Nazionale di Belle Arti di Roma con In giardino, Palazzo reale di Monza e Buon cuore. Le sue ottime doti disegnative e il suo colorismo spigliato e intuitivo, veloce nella pennellata a tratti vaporosa, hanno saputo interpretare magnificamente i territori monzesi.

Freschezza e poesia, libertà cromatica luministica compaiono in dipinti quali Lungo il Lambro, Vita rustica e Ottobre nei pressi di Lecco, esposti nel 1884. Delicatezza e semplicità lirica pervadono La quiete del lago, Bosco e Primavera presentati all’Esposizione di Venezia del 1887.

Tra naturalismo e poesia

Nel 1895 Emilio Borsa partecipa alla I Biennale di Venezia con Novembre e alla Festa dell’Arte e dei Fiori di Firenze del 1896 presenta Ultimi raggi in Valsesia, In marzo, In Valsassina. Il 1908 è l’anno in cui vince il Premio Principe Umberto per il poetico dipinto Foglie morte che sembra essere ambientato in un bosco fatato.

Alla Biennale del 1910 espone Sul greto del fiume e Mercato del lauro, a quella del 1912 Foglie al vento, Corvi e Ruscello. Partecipa alla sua ultima Biennale del 1924 con due dipinti dedicati alla sua amata Monza: Sotto i tigli a Monza – Visione romantica e Nel Parco di Monza.

Quotazioni Emilio Borsa

Possiedi un Quadro dell’Artista e non sai quanto vale?

Fatti guidare dai nostri consulenti storici dell’arte per una stima gratuita del tuo quadro di Emilio Borsa.

Chiedi la nostra valutazione sia caricando le immagini dell’opera direttamente nel form sottostante, oppure servendoti dei sistemi di contatto che trovi in alto.

Specialisti di lunga esperienza nel settore, promettiamo una valutazione gratuita anche in meno di 24 ore. Compriamo dipinti di questo artista.

Per una stima mirata, è indispensabile avere le foto dell’opera con rispettive misure, della firma ed anche del retro.

Corrente Artistica:

Richiesta inviata correttamente.

Ti risponderemo nel più breve tempo possibile. Grazie

Errore! Richiesta non inviata.

Ti preghiamo di riprovare e in caso di errore di contattarci via mail scrivendo a info@valutazionearte.it

Hai un'opera di Emilio Borsa e vuoi venderla?

Risposte anche in 24 ore.

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

Carica immagini delle tue opere

Seleziona o trascina i file da caricare qui dentro

error: © Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.