Ceccarelli Ezio

Ezio Ceccarelli. Ecce Homo. Tecnica: Marmo
Ecce Homo. Tecnica: Marmo

Biografia

Ezio Ceccarelli (Montecatini in Val di Cecina, 1865 – Firenze, 1927) si forma a Firenze al seguito di Ulisse Cambi (1807-1895), per poi entrare nell’Accademia di belle Arti, dove ha come insegnanti Augusto Rivalta (1837-1925) e Antonio Bortone (1844-1938).

Esordisce alla Promotrice di Firenze del 1885, a soli vent’anni, con tre sculture di genere che conquistano subito il pubblico e la critica. Partecipa di nuovo alla Promotrice nel 1890, per poi continuare ad esporvi fino ai primi anni del Novecento.

Una regolare attività espositiva

Dal 1905 al 1910 prende parte regolarmente alle Biennali di Venezia, ma nel frattempo si occupa anche di scultura monumentale, a partire dal Monumento a Garibaldi realizzato nel 1905. Ezio Ceccarelli si spinge fino all’America Latina nell’esecuzione di numerose opere pubbliche che, tra l’altro, gli fanno ottenere premi e riconoscimenti.

Durante i primi anni del Novecento, la sua scultura comincia ad acquisire elementi formali e stilistici tipici del linguaggio secessionista e liberty, allontanandosi piano piano dagli esiti decorativi e di genere. Nel 1904, partecipa con successo all’Esposizione di Londra, mentre nel 1906 a quella di Milano.

Negli ultimi anni dell’attività di Ezio Ceccarelli si annoverano soprattutto busti e ritratti, realizzati con intenso carattere spirituale e con spiccato gusto liberty. Espone con regolarità fino agli anni Dieci del Novecento, accompagnando l’attività espositiva alla realizzazione di monumenti. Muore a Firenze nel 1927, a sessantadue anni.

Ezio Ceccarelli: dalla scultura di genere al gusto liberty

Come accennato, lo scultore toscano Ezio Ceccarelli esordisce alla Promotrice fiorentina del 1885. Vi presenta Un moschettiere mandolinista, Adesso mi riconosci? e Dopo il rimprovero, tre sculture di genere di carattere aneddotico.

Il soggetto a sfondo sociale Senza lavoro fa la sua comparsa alla Promotrice fiorentina del 1890, mentre l’anno successivo vi espone Momento mesto, Testa allegra e Ritratto. Un verismo profondo e sincero caratterizza queste prime opere tratte dalla quotidianità popolare, come emerge anche dalla Testa di pescatore fanciullo della Promotrice del 1897 o da Mestizia, Etna e Ritratto di signora comparsi a quella del 1899.

Già alle soglie del Novecento, cominciano ad emergere dal repertorio di Ezio Ceccarelli alcuni soggetti permeati da un certo afflato simbolista, come già si nota dalla Testa di Cristo presentata alla Mostra Nazionale di Verona del 1900. Soggetti simili vengono mostrati dall’autore nel corso dei primi anni del Novecento, come Fior del pensiero, Conforto e Et anime estinte este in evo?

Nel 1905, lo scultore realizza il suo Monumento a Garibaldi, mentre a diversi anni dopo risale l’esecuzione del Cristoforo Colombo a Porto Ceresio e a La Plata, in America Latina. Allo stesso anno risale la partecipazione di Ezio Ceccarelli alla sua prima Biennale di Venezia, dove presenta il Ritratto di mia madre.

Un’elaborazione sempre più sintetica e secessionista pervade le opere del primo Novecento, caratterizzate anche da una particolare accezione fantasiosa, come si nota da Davanti all’opera, la mezza figura in gesso comparsa alla Mostra Nazionale di Milano per il Traforo del Sempione del 1906.

È di nuovo alla Biennale nel 1907 con Busto e Ritratto, nel 1909 con Ritratto e nel 1910 con Compiacenza e Al ballo. Cinque opere vengono presentate invece alla Nazionale di Rimini del 1909: Testa di bimbo, Sogni dorati, Papiniano e Compiacenza.

Quotazioni Ezio Ceccarelli

Quanto Vale la tua Scultura di questo Artista toscano?

Fatti guidare dai nostri consulenti storici dell’arte per una Quotazione Gratuita della tua opera di Ezio Ceccarelli.

Puoi contattarci sia caricando le immagini dell’opera direttamente nel form sottostante, oppure utilizzando i metodi di contatto in alto.

Il nostro Team di storici dell’Arte offre una valutazione qualificata anche in meno di 24 ore. Acquistiamo Opere di questo artista.

Per una stima scrupolosa, è indispensabile avere le foto dell’opera con rispettive misure, della firma ed anche del retro.

Richiesta inviata correttamente.

Ti risponderemo nel più breve tempo possibile. Grazie

Errore! Richiesta non inviata.

Ti preghiamo di riprovare e in caso di errore di contattarci via mail scrivendo a info@valutazionearte.it

Hai un'opera di Ezio Ceccarelli e vuoi venderla?

Risposte anche in 24 ore.

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

Carica immagini delle tue opere

Seleziona o trascina i file da caricare qui dentro

error: © Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.