Del Campo Federico

Federico Del Campo. Gran Canale, Venezia. Tecnica: Olio su tela, 46,4 x 73 cm
Gran Canale, Venezia. Tecnica: Olio su tela

Biografia

Federico Del Campo (Lima, 1837 – Venezia, 1923) è un pittore peruviano attivo a Venezia dal 1881. Nella prima fase della sua carriera, è attivo in Perù, ma poche sono le notizie relative ai suoi studi nella città natale. Molto probabilmente a Lima prende lezioni di pittura dall’artista italiano Leonardo Barbieri.

In un secondo momento, Federico Del Campo, attratto dalla pittura europea, si trasferisce a Madrid, dove studia nella Real Academia des Bellas Artes, a cominciare dal 1865. Qui entra in contatto con il pittore di storia Lorenzo Vallés (1831-1910) che lo introduce allo studio della pittura italiana.

Da Madrid all’Italia

Dopo l’esperienza madrilena e il contatto con la cerchia di pittori di paesaggio, Federico Del Campo, decide di trasferirsi in Italia. Cerca di scoprire e di studiare il paese in lungo e in largo: prima sosta a Napoli, visitando anche le isole, poi passa per Roma, per l’Umbria ed infine si stabilisce a Venezia.

Qui può dare subito sfogo alla sua pittura agile e brillante, sicuramente debitrice del tocco virtuosistico, brioso e vibrante di Mariano Fortuny (1838-1874). In effetti, in Italia, Federico Del Campo si unisce immediatamente alla cerchia di pittori di provenienza spagnola, tutti seguaci della rivoluzione fortuniana.

Il successo presso i collezionisti stranieri

Ben presto, a Venezia diviene uno dei vedutisti più attivi della fine dell’Ottocento, entrando in competizione e in confronto solo con il pittore calabrese ma di formazione partenopea Rubens Santoro (1859-1942). Entrambi ottengono un notevole successo presso i collezionisti stranieri in visita a Venezia, che rimangono fortemente affascinati dal tocco elegante e veloce delle loro vedute.

I dipinti veneziani di Federico Del campo risultano caratterizzati da una precisione cromatica e luministica determinata non da una pittura levigata, ma da un tocco scintillante e movimentato, in grado di riprodurre magistralmente i riflessi degli edifici veneziani nelle acque increspate dei canali.

Tra le vedute veneziane, i paesaggi di Capri e Napoli, Federico Del Campo riceve un immediato successo in Inghilterra ed in America, sfruttando i suoi contatti internazionali. La luce abbagliante dei suoi dipinti conquista il pubblico e la critica dell’Esposizione di Chicago del 1893 e diversi mercanti e collezionisti stranieri.

La sua attività è documentata a Venezia fino agli anni Venti del Novecento, vi muore infatti nel 1923, ancora nel pieno del successo.

Federico Del Campo: le vibranti e brillanti vedute di Venezia

Il contatto di Federico del Campo con la comunità di artisti spagnoli in Italia, gli permette di conoscere l’eredità lasciata da Mariano Fortuny. È a questo punto che la formazione purista ricevuta a Madrid con Vallés si unisce al tocco cromatico luminosissimo di Fortuny. Questo passaggio avviene soprattutto grazie al confronto con Rubens Santoro, pittore che ha conosciuto direttamente Fortuny nel suo soggiorno napoletano del 1874.

La pittura di luce, dunque, entra nel linguaggio di Federico Del campo, che riesce a produrre una lunga serie di vedute di Venezia. Esse sono caratterizzate da un’inconfondibile precisione fiamminga nella descrizione architettonica degli edifici, accompagnata da una trattazione fresca e briosa della luce.

I palazzi vengono sempre colpiti dalla diretta luce del sole, le piazze chiare, animate da piccole e precise figure, portano al contrasto con il blu limpidissimo del cielo e quello delle acque mosse dei canali.

Sono esempio di questi meravigliosi giochi cromatici dipinti quali Gran Canale – Venezia, Cortile interno del Palazzo Ducale, del 1888, Veduta del Palazzo del Doge e di Santa Maria della Salute, Uno squero, Gondole su un Canale veneziano e La casa del Tintoretto.

La perizia tecnica e la brillantezza cromatica fanno di queste vedute le chiavi del successo di Federico del Campo, che piacciono soprattutto alla classe alto borghese europea e americana. Altri dipinti degli di nota sono Isola di Capri, Piazza San Marco, La chiesa dei Gesuati dal Canale della Giudecca, Ca’ d’oro, Ponte della Calcina a Dorsoduro.

Quotazioni Federico Del campo

Conosci il valore delle opere di questo pittore?

Per una valutazione gratuita della tua opera di Federico Del campo, rivolgiti ai nostri esperti storici dell’arte.

Consultaci sia posizionando le foto dell’opera nel form sottostante, oppure utilizzando i procedimenti di contatto in alto.

La nostra competenza storica ci permette di offrire una perizia qualificata anche in meno di 24 ore. Acquistiamo opere dell’artista.

Per una stima accurata, è indispensabile avere le foto dell’opera con rispettive misure, della firma ed anche del retro.

Richiesta inviata correttamente.

Ti risponderemo nel più breve tempo possibile. Grazie

Errore! Richiesta non inviata.

Ti preghiamo di riprovare e in caso di errore di contattarci via mail scrivendo a info@valutazionearte.it

Hai un'opera di Federico Del Campo e vuoi venderla?

Risposte anche in 24 ore.

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

Carica immagini delle tue opere

Seleziona o trascina i file da caricare qui dentro

error: @ Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.