Detti Cesare Augusto

Ragazza con Tamburello e Bambina (dettaglio). Tecnica: Olio su tela, 71,8 x 49,5 cm
Ragazza con Tamburello e Bambina (dettaglio). Tecnica: Olio su tela

Biografia

Cesare Augusto Detti (Spoleto, 1847 – Parigi, 1914) ancora in età giovanile, si trasferisce dalla sua città natale, Spoleto, a Roma. Qui studia al seguito di Francesco Podesti (1800-1895) di Francesco Coghetti (1802-1875) e soprattutto di Mariano Fortuny (1838-1874).

In particolare quest’ultimo lascia una forte impronta nel linguaggio di Cesare Augusto Detti che, ben presto, si specializza nella pittura di genere e di costume. Ciò che apprende da Fortuny è soprattutto il cromatismo vibrante e risplendente di una brillante intensità.

Il successo presso i ricchi collezionisti

La scelta di tematiche leggere, che spaziano dalle ambientazioni neo settecentesche a quelle orientaliste, alle scenette di genere frivole e accattivanti della contemporaneità, gli porta un immediato successo. La sua capacità di curare il disegno e la composizione, ma anche e soprattutto il colore, attira senza remore il gusto dei collezionisti aristocratici e borghesi.

Con velocità e arguzia descrive ambientazioni sontuose e ricche di oggetti pregiati, di arredi antichi, di tappeti orientali, tramite una pennellata vibrante e sintetica, ricca di accenti luminosi in grado di cogliere anche il più piccolo guizzare delle stoffe preziose sotto la luce.

Utilizza olio e acquarello, entrambi usati per piccoli o imponenti dipinti di costume che ben presto entrano nel mercato internazionale.

Il trasferimento a Parigi

Nel 1870, dato che la sua pittura riesce ad incontrare soprattutto il gusto dei collezionisti europei e internazionali, si trasferisce a Parigi. Qui, partecipa a numerose edizioni del Salon, facendo breccia nel cuore del pubblico parigino che lo assimila immediatamente alla sontuosa e guizzante pittura di Jean-Louis-Ernest Meissonier (1815-1891), filtrata attraverso la tavolozza brillante di Fortnuy.

Non è un caso che in ambiente parigino la pittura di Cesare Augusto Detti risalti subito agli occhi del mercante d’arte Adolphe Goupil, che lo espone subito nella sua galleria e che contribuirà notevolmente alla diffusione delle sue opere in America e in Australia, dove è largamente apprezzato.

Da Parigi, continua comunque ad inviare le sue opere alle principali mostre italiane, rimanendo sempre tra i principali esponenti dell’arte romana di genere. Le sue odalische, i sui dipinti di costume sei e settecentesco, che emergono per il loro splendore cromatico, sono oggetto di critica da parte del verismo toscano, ma apprezzatissime dai compratori.

Cesare Augusto Detti continua con questo gusto pasticheur fino al Novecento, vendendo le sue opere nel mercato inglese, francese e americano. Muore a Parigi nel maggio del 1914.

Cesare Augusto Detti: un cromatismo brillante per scene di genere e di costume

Cesare Augusto Detti, dopo i primi anni romani in cui si specializza nella pittura di genere caratterizzata da una sontuosità cromatica tutta internazionale, viene notato da Goupil. All’Esposizione Nazionale di Napoli del 1877, quella in cui emergono questi nuovi artisti interezzati dalla luce e dal colore fortuniano, espone Il riposo e Addio alla patria.

Dunque, si trasferisce a Parigi ed espone uno dei suoi dipinti più famosi all’Esposizione Universale del 1878. Si tratta della Rissa, dipinto che lo rende subito graditissimo agli occhi della critica – non italiana – e del pubblico.

Il suo cromatismo scintillante lo accompagna per molti anni, in opere come Una festa, del 1879 o L’aurora, un dipinto da soffitto per un appartamento newyorkese e presentato all’Esposizione Universale del 1900. Nel frattempo, continua ad inviare opere in Italia. Ad esempio, alla Promotrice torinese del 1880 espone Bottino di guerra e perduti fra la nebbia.

A Parigi espone soprattutto opere di ricostruzione settecentesca, ma anche di ambientazione orientalista. Leziose scenette di genere, caratterizzate da una pennellata vibrante e luminosissima, vengono acquistate da marcanti e collezionisti.

Risponde in pieno al gusto di moda con opere come Una riunione elegante, Una partita a bocce, Trois bon amis, Una fanciulla in preghiera, Interludio musicale, Il party in riva al lago, Una passeggiata in villa, Il matrimonio del principe, La presentazione e Il matrimonio.

Quotazioni Cesare Augusto Detti

Quanto Vale il tuo Dipinto di questo Artista?

Fatti guidare dai nostri consulenti storici dell’arte per una consulenza gratuita della tua opera di Cesare Augusto Detti.

Puoi contattarci sia caricando le immagini dell’opera direttamente nel form sottostante, oppure utilizzando i metodi di contatto in alto.

La nostra competenza storica ci permette di offrire una valutazione qualificata anche in meno di 24 ore. Acquistiamo dipinti di questo artista.

Per una stima accurata, è indispensabile avere le foto dell’opera con rispettive misure, della firma ed anche del retro.

Richiesta inviata correttamente.

Ti risponderemo nel più breve tempo possibile. Grazie

Errore! Richiesta non inviata.

Ti preghiamo di riprovare e in caso di errore di contattarci via mail scrivendo a info@valutazionearte.it

Hai un'opera di Cesare Augusto Detti e vuoi venderla?

Risposte anche in 24 ore.

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

Carica immagini delle tue opere

Seleziona o trascina i file da caricare qui dentro

error: @ Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.