Ercole Gigante

Ercole Gigante. Veduta. Tecnica: Olio su tela
Veduta. Tecnica: Olio su tela

Biografia

Ercole Gigante (Napoli, 1815-1860) viene introdotto alla pittura dal fratello maggiore Giacinto (1806-1876), anche se quest’ultimo otterrà una fame di gran lunga maggiore.
In realtà, cosa non scontata, Ercole non sarà mai un imitatore del fratello, anzi, svilupperà una sensibilità tutta particolare e personale. Ciononostante, in ogni caso, la produzione di Ercole appare oscurata da quella di Giacinto, maggiore rappresentante, insieme ad Anton Sminck Van Pitloo (1790-1837) della Scuola di Posillipo.

L’amicizia con Achille Vianelli

Molto importante, nel corso della breve carriera di Ercole Gigante è l’amicizia artistica e personale con Achille Vianelli (1803-1894). Con lui compie diversi viaggi nel Regno delle Due Sicilie, per esplorare i luoghi del meridione, riportandone impressioni e schizzi.

Ogni angolo del Regno, dall’Irpinia, alla Puglia, alla Lucania, viene conosciuto dai due pittori, nel corso degli anni Trenta e Quaranta dell’Ottocento. Da questi disegni, trae una serie di vedute di grande valore. Caratterizzati da un cromatismo sciolto e lirico ad un tempo, i paesaggi di Ercole Gigante risultano studiati e lontani da quelli del fratello.

I numerosi viaggi e le impressioni

I disegni a seppia eseguiti non soltanto durante i viaggi nel Meridione, ma anche nel corso della tappa francese, affrontata ancora insieme ad Achille Vianelli, costituiscono un importante tesoro della brevissima vita del pittore. Segnano, infatti, una notevole fetta delle opere ascrivibili allo stile libero e realistico della Scuola di Posillipo, in cui si inserisce insieme a Vianelli.

Purtroppo, la carriera promettente del giovane Ercole Gigante viene stroncata dalla sua prematura morte, sopraggiunta nel 1860. Quando ha solo quarantacinque anni, il pittore abbandona il suo amico Achille Vianelli e lascia a metà un percorso artistico destinato a dare un grande valore alla Scuola di Posillipo.

Ercole Gigante: una vita breve donata al paesaggio dal vero

Il legame con il fratello Giacinto conduce subito Ercole Gigante a praticare la pittura en plein air. Impressioni veloci, subitanee e luminosissime caratterizzano la sua poetica. I paesaggi e le vedute, infatti, appaiono caratterizzati da un cromatismo acceso e vivace e da un disegno sciolto e ispirato al vero.

I numerosi viaggi gli permettono di ritrarre ogni suggestivo angolo del Regno delle Due Sicilie, come si nota dai disegni a seppia oggi conservati nel Museo di Capodimonte e del Museo di San Martino a Napoli.

Anche se il tratto di Giacinto Gigante appare ancora più stilisticamente attuale e perfettamente calato negli sviluppi veristi, quello di Ercole non è da meno. Sicuramente la sua impostazione non ha avuto modo di perfezionarsi e di svilupparsi per colpa della sua prematura morte, quindi risulta leggermente più rigida di quella di Giacinto.

I primi dipinti sono d’interno, come Refettorio o Matrimonio principesco in una chiesa di Napoli. Le vedute successive che ci sono pervenute sono La Valle dei Mulini ad Amalfi del 1851, Porta Capuana del 1855, Villa Martinelli, L’Eruzione del Vesuvio, Veduta di Napoli dalle Rampe di Sant’Antonio.

Quotazioni Ercole Gigante

Sei aggiornato su Prezzi e Stime di Mercato dei suoi quadri?

La tua opera di Ercole Gigante sarà valutata gratuitamente dai nostri esperti storici dell’arte.

Rivolgiti a noi sia caricando le foto dell’opera nel form sottostante, oppure utilizza i metodi di contatto in alto.

Offriamo una perizia qualificata anche in meno di 24 ore, grazie alla competenza nel settore del nostro Staff di esperti. Acquistiamo quadri di questo autore.

Inviaci le foto dell’opera con rispettive misure, della firma ed anche del retro; è indispensabile per avere una stima mirata.

Corrente Artistica:

Hai un'opera di Ercole Gigante e vuoi venderla?

Risposte anche in 24 ore.

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

    Informazioni di contatto


    Messaggio

    Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del D.lgs 196/2003.

    error: © Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.