GIOVANNI LESSI

Giovanni Lessi. Bois de Boulogne a Parigi. Tecnica: Olio su tela, 24 x 32 cm
Bois de Boulogne a Parigi. Tecnica: Olio su tela, 24 x 32 cm

Biografia

Giovanni Lessi (Firenze, 1852-1922) si avvicina all’arte sin da piccolo, avviato dal padre Agostino, scenografo. Si forma presso l’Accademia di Firenze, dove è allievo di Giovanni Fattori (1825-1908) e di Michele Gordigiani (1835-1909). Sin da subito, il giovane si dimostra incline a diverse forme artistiche, dall’olio, all’acquarello, all’illustrazione, alla scenografia.

Esordisce alla mostra dell’Accademia nel 1876, ma il pubblico lo comincia a conoscere solo a partire dal 1881, quando inizia ad esporre con regolarità alla Promotrice fiorentina. La sua pittura è fatta soprattutto di scene tratte dalla quotidianità contemporanea, trattate a punta di pennello.

L’incontro con l’impressionismo

Ben presto, la pittura di Giovanni Lessi assume uno sviluppo ulteriore: comincia ad ispirarsi all’impressionismo e al post impressionismo francese. Le sue scene quotidiane, in questo modo, acquistano valore dal punto di vista cromatico, e ciò testimonia anche un suo possibile soggiorno a Parigi tra gli anni Ottanta e Novanta.

Ora non solo scene contemporanee, ma anche vedute urbane (soprattutto di Parigi) cominciano a comparire nel repertorio di Giovanni Lessi. Ma l’autore, come aveva dimostrato sin dall’inizio della sua carriera, non si dedica esclusivamente alla pittura da cavalletto.

Nella metà degli anni Ottanta aiuta suo padre nella realizzazione dei cartoni per la Cantoria del Duomo di Firenze. È questo il momento in cui Giovanni Lessi acquisisce un segno e un tratto pittorico del tutto personali, non solo negli oli, ma anche e soprattutto nell’attività di grafico.

Artista dalle mille sfaccettature e fervente studioso dell’antico, ha realizzato dal punto di vista grafico una serie di tavole che ricostruiscono alcune zone della Roma imperiale.

Non è poi da dimenticare la sua attività di disegnatore per Cantagalli, la manifattura di ceramiche. Continua a lavorare fino agli anni Dieci del Novecento, anche se le ultime esposizioni risalgono agli anni Novanta dell’Ottocento. Muore a Firenze nel 1922, all’età di settant’anni.

Giovanni Lessi: le scene della contemporaneità e l’influenza impressionista

Se inizialmente le scene di genere vengono trattate a punta di pennello con eleganza e attitudine verso l’aneddoto curioso e agile, in un secondo momento l’interesse verso il segno impressionista segna tutta la sua produzione.

Basta far caso al titolo della prima opera esposta a Firenze nel 1881, Un chiacchiericcio di donne dopo la pioggia. Il soggetto è quello di un semplicissimo momento della giornata, alcune signore della borghesia che chiacchierano riparate, dopo un acquazzone. Si tratta di una tranche de vie ambientata nella contemporaneità, un’impressione immediata e veloce, proprio come la moderna pittura francese.

Nel 1882 presenta Il Viale dei Colli e uno Studio dal vero, nel 1886 Tipi fiorentini, Alle Cascine e Una giornata di nebbia a Parigi. Le corse alle Cascine o scene riprese dalle passeggiate pomeridiane sulle strade fiorentine o parigine sono i soggetti prediletti della pittura sciolta e impressionista di Giovanni Lessi. Sempre nel 1886, a Genova, compaiono alcune tele con Impressioni di Parigi.

Importanti sono le opere presentate all’Esposizione di Firenze del 1890, perché segnano ormai la piena adesione ad un gusto piacevole e alla moda. Si tratta delle scene Piazza di Spagna all’ora del crepuscolo e Il Caffè del Bottegone, ultime opere esposte prima del Giuoco delle buchette, del 1891.

Si segnalano poi i dipinti Avenue des Champs Elisèe, Una via affollata, Piazza dell’Opera a Parigi e Bois de Boulogne a Parigi.

Quotazioni Giovanni Lessi

Sei aggiornato su Prezzi e Stime di Mercato dei suoi quadri?

La tua opera di Giovanni Lessi sarà valutata gratuitamente dai nostri esperti storici dell’arte.

Rivolgiti a noi sia caricando le foto dell’opera nel form sottostante, oppure utilizza i metodi di contatto in alto.

Offriamo una perizia qualificata anche in meno di 24 ore, grazie alla competenza nel settore del nostro Staff di esperti. Acquistiamo quadri di questo autore.

Inviaci le foto dell’opera con rispettive misure, della firma ed anche del retro; è indispensabile per avere una stima accurata.

Richiesta inviata correttamente.

Ti risponderemo nel più breve tempo possibile. Grazie

Errore! Richiesta non inviata.

Ti preghiamo di riprovare e in caso di errore di contattarci via mail scrivendo a info@valutazionearte.it

Hai un'opera di Giovanni Lessi e vuoi venderla?

Risposte anche in 24 ore.

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

Carica immagini delle tue opere

Seleziona o trascina i file da caricare qui dentro

error: © Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.