Moretti Foggia Mario

Mario Moretti Foggia. Ottobre in alta Montagna. Tecnica: Olio su tavola, 40 x 60 cm
Ottobre in alta Montagna. Tecnica: Olio su tavola, 40 x 60 cm

Biografia

Mario Moretti Foggia (Mantova, 1882 – Peceto Macugnaga, 1954) inizia a studiare pittura a Verona, presso l’Accademia Cignaroli, per poi trasferirsi a Milano e frequentare l’Accademia di Brera. I suoi maestri sono Mosè Bianchi (1840-1904), Cesare Tallone (1853-1919) e Giuseppe Mentessi (1857-1931).

Si specializza sia nel paesaggio che nel ritratto ed esordisce a Brera nel 1902. Ottiene diversi riconoscimenti alle esposizioni italiane, come quella di Mantova del 1905. Pur inoltrandosi spesso nel genere del ritratto, erede del linguaggio di Cesare Tallone, Mario Moretti Foggia è soprattutto noto per i suoi paesaggi.

Inizialmente si lega alla tecnica divisionista, realizzando vedute e paesaggi lombardi di grande intensità e carichi di notazioni liriche. In un secondo momento, ritorna ad un paesaggio più canonico, dalla pennellata ampia e sincera. La sua ispirazione principale proviene dalla natura e dai paesaggi di Macugnaga. Questo luogo diventa la sua cifra identificativa, insieme alla laguna veneziana.

Il viaggio in Oriente

Nel 1908, il pittore, ottenuta una borsa di studio dall’Istituto Franchetti di Mantova, compie un lungo viaggio in Oriente: si ferma in Egitto, in Turchia a in Libano. Da questi paesi riporta impressioni e studi di grande suggestione e dalla forte attenzione al dato reale, soprattutto nella narrazione dei costumi orientali.

Alle esposizioni degli anni Venti, continua a presentare sia vedute italiane che orientali, ottenendo sempre un notevole successo di critica e di pubblico. Soprattutto nei dipinti orientalisti, Mario Moretti Foggia sembra incarnare perfettamente lo spirito simbolista che si diffonde ad inizio Novecento, attraverso una pittura cromaticamente sensuale e tematicamente accattivante.

Prima del viaggio in Oriente, intorno al 1906, è certo che il pittore abbia fatto sosta a Roma, nello studio di Camillo Innocenti (1871-1961), da cui prende la morbida e allo stesso tempo vivace abilità nella rappresentazione del movimento e degli atteggiamenti muliebri.

La tavolozza del pittore è sempre brillante e variegata, come si nota dalle opere esposte alle Biennali veneziane dal 1920 al 1926 e dalle sue personali milanesi tenute fino agli anni Quaranta. Espone poi anche a Londra e Parigi, dove viene amato soprattutto per i dipinti orientalisti. Muore a Peceto di Macugnaga nel 1954 a settantadue anni.

Mario Moretti Foggia: una tavolozza brillante tra la Lombardia e il Medio Oriente

Come accennato, il pittore mantovano Mario Moretti Foggia esordisce a Brera nel 1902. È nel 1906, però, che diventa noto agli occhi della critica, partecipando all’Esposizione di Milano per il Traforo del Sempione, in cui presenta Credenti.

Dopo la sosta romana, l’artista si reca in Medio Oriente, dove la sua tavolozza, già ben impostata sulle note di Tallone e Mentessi, si carica ancora di più di un cromatismo deciso e seducente.

Numerose impressioni di viaggio scaturiscono da quest’esperienza che arricchisce il repertorio del pittore. Rientrato in Italia, ricomincia ad esporre nel 1920, alla Biennale di Venezia. Vi presenta due vedute veneziane Nel campielo e Un cantuccio. A quella del 1924 espone invece Madonna della neve e nel 1926 Compiacenze materne.

Nel frattempo, partecipa anche a diverse mostre milanesi, come quella del 1925, in cui espone il meraviglioso Danza della Circassa, dipinto realizzato nel 1915, ricordo del viaggio in Turchia.

Vera e Sole invernale compaiono all’Esposizione fiorentina del 1927, mentre la Galleria d’Arte Moderna di Milano conserva il famoso Trittico del Re Magi. Da ricordare sono anche le vedute del Lago di Lecco e del Lago Maggiore e l’opera Ultimi tepori.

Quotazioni Mario Moretti Foggia

Quanto Vale il tuo Dipinto di questo Artista?

Fatti guidare dai nostri consulenti storici dell’arte per una Quotazione Gratuita della tua opera di Mario Moretti Foggia.

Puoi contattarci sia caricando le immagini dell’opera direttamente nel form sottostante, oppure utilizzando i metodi di contatto in alto.

Il nostro Team di storici dell’Arte offre una valutazione qualificata anche in meno di 24 ore. Acquistiamo dipinti di questo artista.

Per una stima ragguagliata, è indispensabile avere le foto dell’opera con rispettive misure, della firma ed anche del retro.

Richiesta inviata correttamente.

Ti risponderemo nel più breve tempo possibile. Grazie

Errore! Richiesta non inviata.

Ti preghiamo di riprovare e in caso di errore di contattarci via mail scrivendo a info@valutazionearte.it

Hai un'opera di Mario Moretti Foggia e vuoi venderla?

Risposte anche in 24 ore.

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

Carica immagini delle tue opere

Seleziona o trascina i file da caricare qui dentro

error: © Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.