Ettore Roesler Franz

Ettore Roesler Franz. L’antico Porto di Ripetta. Tecnica: Acquarello
L’antico Porto di Ripetta. Tecnica: Acquarello

Biografia

Ettore Roesler Franz (Roma, 1845 – 1907), nato da una famiglia di origini tedesche giunta in Italia all’inizio del Settecento, è uno dei più famosi acquarellisti del secondo Ottocento romano. Di proprietà della sua famiglia è l’Hotel dell’Allemagne in piazza di Spagna, frequentato, nel corso dell’Ottocento, da artisti e viaggiatori del grand tour, come Stendhal, Goethe e Thackeray.

Dopo aver frequentato le Scuole Cristiane di Trinità dei Monti, si iscrive all’Accademia di San Luca. Gli anni accademici risultano fondamentali per il pittore, non solo dal punto di vista formativo, ma anche perché instaura una profonda e duratura amicizia con lo scultore e massone Ettore Ferrari (1845-1929).

Sin dalle prime prove, Ettore Roesler Franz si fa interprete di uno spiccato realismo che nasce dall’immediata impressione dal vero, unita ad una visione pittoresca della città: la sua produzione di acquarelli dedicati a Roma e alla campagna circostante, alle sue scene quotidiane, ai suoi vicoli, ai monumenti, al Tevere, ai paesaggi agresti, sono rimasti nell’immaginario comune.

Il suo sguardo sapiente e il suo tocco descrittivo e aggraziato allo stesso tempo hanno immortalato Roma nella sua essenza più vera, sotto il sole cocente dell’estate o sotto la pioggerella invernale. La tecnica dell’acquarello ha permesso all’artista di fornirci un’immagine cangiante allo stesso tempo immortale della Roma del ghetto e delle brulicanti attività attorno al Tevere e nei Rioni, ma anche nella campagna romana.

L’Associazione degli Acquarellisti Romani

Il repertorio di Ettore Roesler Franz è molto legato al gusto internazionale. In particolare, sin dai suoi esordi, l’acquarellista romano mantiene una serie di contatti con la comunità di artisti e scrittori anglosassoni a Roma, con cui si reca a passeggiare e a dipingere en plein air nella campagna laziale.

Suo fratello Alessandro, console dell’Inghilterra a Roma, una volta trasferitosi a Londra, rappresenta per lui un contatto fondamentale per la diffusione delle sue opere tra i collezionisti inglesi e scozzesi. Non è un caso, quindi, l’assidua presenza di Ettore Roesler Franz nel mercato anglosassone. La svolta decisiva nella sua produzione e nella sua carriera giunge con la fondazione dell’Associazione degli Acquarellisti romani nel 1875.

Vi aderiscono diversi artisti che sono avvezzi a dipingere dal vero nella campagna romana e che appartengono al filone simbolista ed orientalista e della pittura di genere, come Onorato Carlandi (1848-1939), Pio Joris (1843-1921), Cesare Biseo (1843-1909) e Attilio Simonetti (1843-1925).

È verso la fine del secolo che l’artista romano pubblica una raccolta con più di cento acquarelli, sotto il titolo Roma pittoresca. Memorie di un’era che passa, poi conosciuta come album della Roma sparita, in cui i piccoli acquarelli sono suddivisi in tre gruppi di quaranta.

È la narrazione di una Roma autentica e poetica, oggi forse non più visibile, appunto “sparita”, che non raffigura solo il centro storico, ma anche Trastevere, il Ghetto e le vie consolari, come l’Appia e i piccoli paesini arroccati nella campagna laziale, tra cui Tivoli.

Oltre a partecipare a numerose mostre italiane, Ettore Roesler Franz espone assiduamente all’estero, ottenendo un successo straordinario. I suoi acquarelli sono stati acquistati dal Re Vittorio Emanuele II, dal Re Umberto I, da Quintino Sella, dell’Imperatrice di Danimarca e dallo zar di Russia Alessandro III.

Dopo essere stato proclamato cittadino onorario di Tivoli nel 1903 e dopo aver partecipato alla sua prima Biennale di Venezia nel 1905, l’artista muore a Roma nel 1907, all’età di sessantadue anni.

Ettore Roesler Franz: gli acquarelli senza tempo dedicati a Roma e alla campagna romana

La dimensione pittoresca e poetica domina la produzione ad acquarello di Ettore Roesler Franz. Nella collezione di vedute romane compaiono alcuni acquarelli che restituiscono una memoria originale e un’atmosfera autentica di una Roma a tratti silenziosa, a tratti brulicante, come si nota da opere come Torre ed ingresso della fortezza degli Anguillara presso la Lungaretta, Terrazza presso il porto Leonino, La fontana Clementina al porto di Ripetta, La torre di Paolo III sul colle Capitolino.

Nel 1874, il pittore espone per la prima volta alla Mostra di Torino presentando Una strada di Subiaco e nello stesso anno, a Firenze, invia La mola di Fumara a Narni. Per tutto gli anni Settanta e Ottanta, oltre a partecipare alle mostre dell’Associazione degli Acquarellisti, prende parte regolarmente alle Promotrici torinesi.

Vi espone alcuni dei suoi acquarelli più significativi, tra cui Palude a ostia, Palude a Maccarese, Molino sul Nera, Le ginestre, L’isola Tiberina, L’avvicinarsi del temporale, Maccarese in dicembre, In Riva all’Aniene, Una strada di Rocca Priora, Vecchie abitazioni sulle sponde del Tevere, Al terminare dell’inverno e Piazza Charing Cross a Londra, acquarello che testimonia il suo assiduo viaggiare in Europa per esporre o per incontrare collezionisti.

Costumi e architetture di Roma

La tecnica impeccabile, la descrizione minuziosa dei costumi, dei particolari, delle architetture e la lettura semplice e appassionata di una Roma verace e allo stesso tempo delicata compaiono nelle opere esposte alla Mostra Nazionale di Roma del 1883, in cui Ettore Roesler Franz presenta quaranta acquarelli del suo album Memoria di un’era che passa.

Nel 1893, sempre alla Nazionale di Roma compaiono sei acquarelli: Nella villa d’Este a Tivoli, Fresche aure estive, Viene l’inverno, L’autunno, La palude e uno Studio. Fra gli olivi, invece, viene esposto, insieme ad altri studi, alla Festa dell’Arte e dei Fiori di Firenze del 1896. Al 1905 risale la sua prima e ultima apparizione alla Biennale di Venezia, con Le antiche cave di travertino presso Tivoli.

Quotazioni Ettore Roesler Franz

Sei aggiornato su Prezzi e Stime di Mercato dei suoi Dipinti?

La tua opera di Ettore Roesler Franz sarà Valutata Gratuitamente dai nostri esperti storici dell’arte.

Rivolgiti a noi sia caricando le foto dell’opera nel form sottostante, oppure utilizza i metodi di contatto in alto.

Offriamo una perizia qualificata anche in meno di 24 ore, grazie alla competenza nel settore del nostro Staff. Acquistiamo Opere di questo autore.

Inviaci le foto dell’opera con rispettive misure, della firma ed anche del retro; è indispensabile per avere una stima accurata.

Richiesta inviata correttamente.

Ti risponderemo nel più breve tempo possibile. Grazie

Errore! Richiesta non inviata.

Ti preghiamo di riprovare e in caso di errore di contattarci via mail scrivendo a info@valutazionearte.it

Hai un'opera di Ettore Roesler Franz e vuoi venderla?

Risposte anche in 24 ore.

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

Carica immagini delle tue opere

Seleziona o trascina i file da caricare qui dentro

error: © Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.