Scala Vincenzo

Vincenzo Scala. Campagna Romana con Acquedotto - Tecnica: Olio su tela, 50 x 96 cm
Campagna Romana con Acquedotto. Tecnica: Olio su tela

Biografia

Vincenzo Scala (Napoli 1839 – dopo il 1893) si forma presso il Reale Istituto di Belle Arti di Napoli. Subito attento alle espressioni veriste che andavano sviluppandosi a Napoli negli anni Cinquanta e Sessanta, si perfeziona a Roma. Diviene un notevole interprete di paesaggi dal vero e di vivaci scene di genere.

Esordisce alla Promotrice di Napoli del 1867 e vi continua ad esporre abbastanza regolarmente fino alla metà degli anni Ottanta. Partecipa frequentemente anche alle esposizioni di Genova, Torino e Firenze ed è presente anche a Parigi e Berlino.

Vincenzo Scala ottiene un discreto successo presso i collezionisti di area partenopea e negli anni Settanta viene incaricato di decorare le sale del Palazzo Zona a Napoli. L’affresco più famoso è la grande composizione allegorica della volta del salone principale, in cui è rappresentata la Dea Aurora.

Apprezzato per la vitalità del colore e per la scioltezza del disegno e della pennellata, Vincenzo Scala lavora anche per il mercato straniero. Si fa notare infatti alle mostre napoletane con una serie di paesaggi e scene freschi e sinceri.

Non è certa la sua data di morte che comunque è da collocare dopo il 1893. Questo infatti, è l’anno in cui è testimoniata l’ultima sua partecipazione ad una Promotrice, precisamente a quella di Genova.

Paesaggi e scene partenopei

L’esordio ufficiale di Vincenzo Scala risale alla Promotrice napoletana del 1867. Vi presenta due paesaggi dal vero, antesignani delle tele presentate l’anno successivo, Selva bruciata e Una domenica alla campagna.

Alla Promotrice del 1871 risalgono altri due paesaggi che mostrano la sua attenzione nei confronti del dato reale e atmosferico. Si tratta di Un mattino di primavera e Un effetto di neve, seguiti poi negli anni successivi da una serie di vedute che testimoniano il suo passaggio a Roma.

Nel 1872 infatti a Milano Vincenzo Scala presenta Paesaggio. Rimembranze della campagna romana e a Genova Ricordo di Roma. Mentre nel 1873 sempre alla Promotrice genovese invia Ricordo delle maremme, bozzetto che suggerisce un soggiorno di Vincenzo Scala nell’alto Lazio e in Toscana.
Nel 1875 a Napoli espone II benvenuto alle rondini e Un giorno di festa al villaggio, dipinti ampiamente lodati dalla critica e dal pubblico.

All’Esposizione di Belle Arti di Napoli del 1877 presenta il luminosissimo Una fiera, grazie al quale viene notato da collezionisti stranieri. A Torino l’anno successivo invia Il proprietario, mentre a Genova nel 1879 presenta La campagna.

Conosciuto soprattutto per i suoi studi dal vero, nel 1880 espone a Torino il famoso 13 giugno a Teano, dipinto che rievoca la tradizionale festa di Sant’Antonio nella cittadina campana.

Sempre a Torino, nel 1883, si presenta con I colombi, La foresta, Nel dolce aprile. Partecipa poi alla sua ultima mostra nel 1893, inviando a Genova Una villa nel Tigré.

Quotazioni Vincenzo Scala

Conosci le quotazioni di questo pittore?

Confida sull’esperienza dei nostri esperti storici dell’arte per una valutazione gratuita della tua opera di Vincenzo Scala.

Rivolgiti a noi sia posizionando le foto dell’opera nel form sottostante, oppure utilizza i metodi di contatto in alto.

La nostra competenza storica ci permette di offrire una perizia qualificata anche in meno di 24 ore. Acquistiamo inoltre opere di questo artista.

Per una stima accurata, è indispensabile avere le foto dell’opera, con rispettive misure, della firma ed anche del retro.

Corrente Artistica:

Richiesta inviata correttamente.

Ti risponderemo nel più breve tempo possibile. Grazie

Errore! Richiesta non inviata.

Ti preghiamo di riprovare e in caso di errore di contattarci via mail scrivendo a info@valutazionearte.it

Hai un'opera di Vincenzo Scala e vuoi venderla?

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

Carica immagini delle tue opere

Seleziona o trascina i file da caricare qui dentro

error: @ Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.