Solari Achille

Achille Solari. Veduta di Capri da Punta Campanella - Tecnica: Olio su tela, 77,5 x 122,5 cm
Veduta di Capri da Punta Campanella. Tecnica: Olio su tela

Biografia

Achille Solari (Napoli, 1835 – 1884) studia presso il Regio Istituto di Belle Arti di Napoli e ottiene sin da subito diversi successi e premi. Vince ben presto la pensione della Provincia di Terra di Lavoro, grazie alla quale può dedicarsi a pieno alla pratica artistica.

Si specializza in marine e paesaggi del Golfo di Napoli e delle sue isole ed esordisce alla Biennale Borbonica del 1841. Vi partecipa fino al 1851, per poi proseguire la sua attività espositiva presso la Promotrice napoletana.

Erede dei modi ampi e ariosi della Scuola di Posillipo, Achille Solari si fa interprete di vedute chiare e luminose realizzate ad olio, ma anche e soprattutto ad acquarello.

Negli anni Ottanta espone anche a Torino e a Londra, dove riesce a vendere immediatamente un paesaggio per trenta sterline. Muore a Napoli nel 1884.

I luminosi paesaggi 

Sin dal suo primo esordio alla Biennale Borbonica del 1841, Achille Solari sembra ereditare la libertà del tocco e lo studio en plein air della Scuola di Posillipo. In particolare, si può collocare a metà strada tra l’espressione sintetica e veloce di Giacinto Gigante (1806-1876) e quella più tradizionale di Gabriele Smargiassi (1798-1882).

Si fa interprete di paesaggi luminosissimi, pervasi dalla classica luce rosea del vedutismo napoletano. Le quinte arboree, quasi sempre presenti, incorniciano gli intensi azzurri del mare e le sfumature marroni del Vesuvio avvolto dalla foschia.

In altre vedute più ravvicinate, sempre realizzate come una sequenza di piani paralleli, lo schema compositivo classico si va ad unire ad un cromatismo vero e sincero.

Il Golfo di Napoli

Alla Biennale del 1841 Achille Solari espone un Paesaggio e una Veduta d’Ischia, mentre a quella del 1843 Veduta di Napoli dalla Canocchia.
Golfo di Sorrento compare alla Biennale Borbonica del 1848 e Paesaggio dal vero in Gragnano e Veduta del villaggio di Capri e del Monte san Michele vengono esposti nel 1851.

Dagli anni Sessanta, inizia ad esporre alle Promotrici napoletane. Al 1862 risale Sorrento, al 1863 una Veduta di Capri e una Di Gragnano. Con Studio in Sorrento partecipa alla Promotrice del 1867 e con  Marina Piccola di Sorrento e Veduta d’Ischia a quella del 1869.

Famosi sono la Veduta di Santa Lucia a Napoli e il Paesaggio inviato all’Esposizione di Torino del 1884, che secondo le testimonianze, ottiene un notevole successo di critica. A Londra, sempre all’inizio degli anni Ottanta, Achille Solari invia un Paesaggio di piccole dimensioni, apprezzato dal pubblico.

Quotazioni Achille Solari

Confida sull’esperienza dei nostri esperti storici dell’arte per una valutazione gratuita della tua opera di Achille Solari.

Rivolgiti a noi sia posizionando le foto dell’opera nel form sottostante, oppure utilizzando i procedimenti di contatto in alto.

La nostra competenza storica ci permette di offrire una perizia qualificata anche in meno di 24 ore. Acquistiamo opere di questo artista.

È indispensabile avere le foto dell’opera con rispettive misure, della firma ed anche del retro, per una stima dettagliata.

 

 

Corrente Artistica:

Richiesta inviata correttamente.

Ti risponderemo nel più breve tempo possibile. Grazie

Errore! Richiesta non inviata.

Ti preghiamo di riprovare e in caso di errore di contattarci via mail scrivendo a info@valutazionearte.it

Hai un'opera di Achille Solari e vuoi venderla?

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

Carica immagini delle tue opere

Seleziona o trascina i file da caricare qui dentro

error: @ Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.