Trezzini Angelo

Angelo Trezzini. La Visita alla Balia (dettaglio). Tecnica: Olio su tela
La Visita alla Balia (dettaglio). Tecnica: Olio su tela

Biografia

Angelo Trezzini (Milano, 1827 – 1904) si forma presso l’Accademia di Brera di Milano. Sin da subito viene molto influenzato dallo stile e dalle tematiche del cognato Domenico Induno (1815-1878). Si ispira dunque alle vicende risorgimentali, trattandole però con la lente della pittura di genere legata alla quotidianità degli umili.

Questo indirizzo si fa ancora più marcato dopo la sua partecipazione, nel 1859, alla Guerra di indipendenza tra le fila garibaldine. Gli episodi delle battaglie vengono visti non solo attraverso gli occhi dei protagonisti, ma soprattutto da chi aspetta a casa, durante le lunghe giornate di attesa.
Con il tempo, i soggetti domestici legati agli episodi risorgimentali si trasformano in argute scenette di genere, ancora una volta molto legate al linguaggio induniano.

Disegnatore e litografo per giornali umoristici, Angelo Trezzini è stato autore di una serie di opere satiriche molto critiche nei confronti del mondo politico del tempo. Amico dello scrittore Tullo Massarani, si dedica per un certo periodo alla letteratura vernacolare, scrivendo il poemetto La danza delle muse.

Insegna per lungo tempo alla Scuola Professionale femminile di Milano, mostrando spesso il suo carattere schivo e a tratti scontroso. Apprezzatissimo per la sua attività di autore satirico, muore a Milano nel maggio del 1904.

Tra episodi risorgimentali e scene di genere

La sobrietà e la levigatezza delle opere di Angelo Trezzini è evidente sin dalle prime prove, profondamente influenzate dal linguaggio di Induno. Iniziando con scene di genere, tutte ambientate in umili interni domestici dalle pareti spoglie o nei cortili e nelle stradine di Milano, riversa la sua arguzia in racconti quotidiani.

Il linguaggio semplice e leggibile asseconda il gusto del pubblico e della critica, toccando i temi più modesti della vita quotidiana. Dalle gioie, ai guai, ai dolori, l’autore riporta sulla tela con precisa fedeltà le vicende umane.

Angelo Trezzini espone per la prima volta nel 1853 a Torino la scena di genere Una venditrice di libri, seguita poi nel 1854 da Un colloquio amoroso, nel 1855 da Le cure amorose e nel 1856 da Usurajo che scaccia una povera famiglia che gli chiede l’elemosina.

Angelo Trezzini: l’influenza di Domenico Induno

Dopo il 1859 e la sua esperienza da pittore-soldato del Risorgimento, arricchisce le sue opere di un significato più profondo. Proprio come Induno, trasforma semplici soggetti di genere in scene legate al Risorgimento.

Ne sono esempi Tutti soldati e Combattimento di S.Fermo esposti a Torino nel 1861, ma soprattutto Una lettera giunta dal campo e Le prime armi, esposti a Milano nel 1861.

Una lettera giunta dal campo è assimilabile a La lettera di Induno. La stessa apprensione si nota nello sguardo della madre che, avida di notizie dal figlio in guerra, si fa leggere la missiva dal parroco del paese. L’intento didascalico e patriottico procura a Angelo Trezzini un notevole successo, anche all’estero.

Continua con questi dipinti legati alle battaglie per l’Unità di Italia per gran parte degli anni Sessanta. Nel 1864 espone Episodio della guerra del 1859 e nel 1867 L’onomastico di Garibaldi.
Dall’inizio degli anni Settanta ricomincia con le aneddotiche scene di genere legate soprattutto alla vita familiare, ad episodi di giochi infantili e all’impegno dei genitori.

Risalgono al 1870 Una sagra, Al finire della scuola, In attesa di avventori, L’ora del pasto. Simili per tematica e piacevole lettura sono Carità fraterna e Castelli in aria esposti nel 1875 a Milano, ma anche Il ritorno degli sponsali e Sotto il pergolato del 1887.

Quotazioni Angelo Trezzini

Sai quanto vale la tua opera di questo pittore?

Per una valutazione gratuita, puoi contare sui nostri esperti storici dell’arte. Interpellaci sia caricando le immagini della tela direttamente nel form sottostante, oppure usando i criteri di contatto in alto.

Grazie alla lunga esperienza nel campo, possiamo offrire una stima anche in meno di 24 ore. Acquistiamo inoltre dipinti di Angelo Trezzini e artisti coevi.

Per una stima rigorosa, è indispensabile avere le foto dell’opera con rispettive misure, della firma ed anche del retro.

 

Corrente Artistica:

Richiesta inviata correttamente.

Ti risponderemo nel più breve tempo possibile. Grazie

Errore! Richiesta non inviata.

Ti preghiamo di riprovare e in caso di errore di contattarci via mail scrivendo a info@valutazionearte.it

Hai un'opera di Angelo Trezzini e vuoi venderla?

Risposte anche in 24 ore.

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

Carica immagini delle tue opere

Seleziona o trascina i file da caricare qui dentro

error: © Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.