" /> Carlo Scarpa: Vetri e Disegni, Mostra al Museo di Castelvecchio, Verona

Carlo Scarpa a Verona

Carlo Scarpa: Vetri e Disegni. Vaso Sferico, 1928-29.
Carlo Scarpa. Vaso Sferico, 1928-29. Tecnica: in vetro lattimo con decoro fenicio ametista, bocca in vetro ametista, superfice con iridazione. Collezione privata

Verona, Museo di Castelvecchio

Fino al 29 marzo 2020

Carlo Scarpa. Vetri e disegni. 1925-1931 è la mostra dedicata all’architetto e designer Carlo Scarpa (Venezia, 1906 – Sendai, 1978). In particolare, il percorso espositivo è incentrato sulla produzione artistica nata in collaborazione con la vetreria M.V.M. Cappellin & C.

Le Stanze Del Vetro è un progetto della Fondazione Giorgio Cini di Venezia che, insieme a Pentagram Stiftung e alla Direzione dei Musei Civici di Verona, ha affidato alla cura di Marino Barovier questa interessante esposizione che si insinua tra l’arte e l’architettura.

La produzione vetraria dell’autore, documentata alla perfezione dall’Archivio digitale Carlo Scarpa di Verona del Museo di Castelvecchio, è esposta in mostra, mettendo in risalto le sue creazioni di vetro prodotte tra il 1925 e il 1931.

L’architetto, collaborando attivamente con i Maestri Vetrai Muranesi della ditta Cappellin & C., ha fornito magnifici disegni destinati alla trasformazione in preziosi oggetti di design, in tutto sessantanove vetri.

Queste opere sono accompagnate in mostra da cinquantadue disegni dell’artista e da numerose fotografie originali che consentono al visitatore di addentrarsi al meglio nel processo esecutivo di Carlo Scarpa, dalla progettazione all’oggetto finito.

Carlo Scarpa; vetri e disegni

Tutto il materiale documentario proviene dall’Archivio veronese, importantissimo centro studi dedicato all’architetto, contenente soprattutto i disegni degli arredi, degli allestimenti delle Biennali, ma anche e soprattutto degli oggetti di design.

Come sede dell’esposizione è stata scelta la Sala Boggian, in cui sono state utilizzate anche alcune vetrine da esposizione progettate da Carlo Scarpa stesso per la mostra “Vetri di Murano 1860-1960”, tenutasi nel 1960 al Palazzo della Gran Guardia.

Le vetrine sono state restaurate appositamente per questa occasione veronese e sono state scelte dell’architetto Ferruccio Franzoia, uno dei massimi allievi dell’architetto veneziano. L’intento dei Musei Civici di Verona è quello di valorizzare, attraverso una serie di mostre ed eventi, la figura del grande architetto, sottolineandone anche l’attività esercitata al fianco di storiche ditte venete.

Da non perdere, dunque, l’appuntamento al Museo di Castelvecchio, per scoprire approfonditamente uno dei maggiori animatori della cultura veneziana del secondo dopoguerra.

Il suo approccio all’architettura e all’arredo è ricco di influenze americane e giapponesi grazie alle quali è riuscito a coniugare sapientemente luce, spazio e atmosfera, cercando di rendere sempre giustizia alla storia dell’arte e dell’architettura tradizionali italiane.

ORARI:

da martedì a domenica, dalle 8.30 alle 19.30; il lunedì dalle 13.30 alle 19.30

BIGLIETTI:

intero € 6,00; biglietto ridotto gruppi: € 4,50; biglietto ridotto scuole: € 1,00

ingresso gratuito: anziani con età superiore a 65 anni residenti nel Comune di Verona, persone con disabilità e loro accompagnatori, con Verona Card

error: @ Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.