Gauguin e gli impressionisti. Capolavori dalla Ordrupgaard Collection

Paul Gauguin. Portrait of a Young Girl (Vaïte ‘Jeanne’ Goupil). Tecnica: Olio su tela,.
Paul Gauguin. Portrait of a Young Girl (Vaïte ‘Jeanne’ Goupil). Tecnica: Olio su tela, 75 x 65 cm, Collezione Ordrupgaard, Copenhagen.

Londra, Royal Academy of Arts

Fino al 18 ottobre 2020

Nel 1916, il magnate delle assicurazioni e collezionista Wilhelm Hansen, insieme alla moglie Henny, inizia ad acquistare capolavori di artisti impressionisti, tra cui Claude Monet, Camille Pissarro, Alfred Sisley e Pierre-Auguste Renoir.

Queste splendide opere sono state immediatamente installate nella casa di Hansen a Ordrupgaard, vicino Copenaghen. Con lo scoppio della Prima guerra mondiale e la quasi totale assenza della Francia e dell’Inghilterra nel mercato dell’arte per alcuni anni, i collezionisti danesi hanno avuto la possibilità di acquistare una serie di opere che altrimenti non sarebbero mai state alla loro portata.

Gli Hansen hanno colto questa occasione per mettere su una collezione veramente unica di pittori rappresentanti dell’Impressionismo e del post Impressionismo. In poco tempo, le loro opere d’arte sono diventate un punto di riferimento cruciale dell’arte moderna in nord Europa.

Gauguin e gli impressionisti: la mostra

Le prime opere da loro acquistate sono soprattutto paesaggi e vedute urbane, di Monet, Pissarro e Sisley. Un nucleo importante della collezione Ordrupgaard è infatti costituito da tele eseguite en plein air, come si nota dalla mostra londinese.

In realtà, nel momento in cui Wilhelm ha preso la decisione di diventare collezionista di arte francese, ha intensamente desiderato che i suoi acquisti andassero da Corot a Cézanne, per creare una documentazione ricca e puntuale dell’arte francese della seconda metà dell’Ottocento.

Però poi, sono stati fondamentali l’influenza e il volere della moglie Henny, appassionata di Impressionismo e quindi intenzionata a collezionare solo artisti di questo periodo e di quello immediatamente successivo, includendo anche Pissarro e Cézanne, fino ad arrivare a Gauguin.

Su consiglio del critico parigino Théodore Duret, hanno comunque acquistato alcuni Corot e Courbet, indicati come figure fondamentali per la futura nascita della pittura impressionista tra gli anni Sessanta e Settanta dell’Ottocento.

Per quanto riguarda il post Impressionismo, Paul Gauguin era uno degli artisti di gran lunga più amati dagli Hansen. Si può notare come infatti il nucleo di collezione dedicato a questo artista riesca ad abbracciare tutta la sua carriera, dagli anni della Bretagna a quelli del Pacifico francese, nelle isole in cui Gauguin trascorse i suoi ultimi anni.

Le opere più significative del percorso espositivo

La mostra alla Royal Academy of Arts di Londra presenta sessanta opere provenienti dalla collezione Hansen, in un percorso espositivo veramente emozionante, in cui trovano posto alcuni dei capolavori più importanti della storia dell’arte contemporanea.

Tra questi, The Chailly Road through the forest of Fontainebleau di Monet, una splendida testimonianza dell’abitudine dei primi Impressionisti di seguire il tracciato dei pittori della Scuola di Barbizon, andando a dipingere en plein air nella Foresta di Fontainebleau.

Monet ha dipinto la strada che la attraversa con un punto di vista basso e rapido, con le nuvole che avanzano velocemente pur lasciando spazio ad una luce ancora accecante. Tra i dipinti di Gauguin, compaiono Portrait of a Young Girl (Vaïte Jeanne Goupil), Tahithian woman, Adam and Eve.

Orari:

Da mercoledì a domenica dalle 11.00 alle 17.00

Biglietti:

17£

prenotazione obbligatoria

error: @ Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.