" /> Modenantiquaria 2020

Modenantiquaria 2020

Modenantiquaria 2020, Vista Frontale dello Stand Galleria Berardi di Roma
Vista frontale dello Stand Galleria Berardi di Roma

Modena Fiere

Dall’8 al 16 febbraio 2020

Anche quest’anno si avvicina il consueto appuntamento con Modenantiquaria, arrivata alla sua XXXIV edizione. Ormai, l’evento fieristico modenese, della durata di otto giorni, acquisisce un’importanza sempre maggiore, non solo a livello nazionale, ma anche internazionale.

Si tratta di un sempre più apprezzato appuntamento per collezionisti, mercanti d’arte, ma anche designer e ovviamente galleristi. L’obbiettivo della mostra è quello di portare davanti agli occhi dei visitatori l’immenso impegno delle Gallerie e delle realtà antiquarie italiane.

La ricerca dell’opera preziosa o dell’esposizione curata e sensibile ad uno studio filologico si può notare nella scelta mirata che alcune gallerie hanno fatto, nell’esporre opere di grandissimo valore per il Seicento, il Settecento, l’Ottocento e il Novecento italiani.

Il prestigio delle opere esposte

Enrico Gallerie d’arte esporrà, tra le altre opere, il ritratto di Madame X (Signora con “pelisse” di Ussaro, di Giovanni Boldini (1842-1931) mettendo in risalto l’elegante ruolo della femme fatale nella belle époque.

Nello stand della galleria romana di Alessandra di Castro sarà presente Mattia Preti (1613-1699) con il San Giovanni Evangelista, un bozzetto autografo per uno dei pennacchi della cupola della chiesa di San Biagio a Modena.

Ancora una chicca per il Seicento proviene dallo stand di Cesare Lampronti, che mette in mostra una meravigliosa tela di Antiveduto Gramatica (1571-1626) con Davide che ritorna trionfante con la testa di Golia.

La romana Galleria Berardi sarà presente a Modenantiquaria con tre nuclei tematici di grande impatto. Lo spettatore verrà accolto da una sezione interamente dedicata all’anteprima della retrospettiva Giovanni Battista Crema. Divisionismo, simbolo e realtà che inaugurerà a Roma il 27 febbraio nella galleria di Corso del Rinascimento, 9.

Un secondo nucleo è invece tutto concentrato sui divisionisti lombardi, da Gaetano Previati (1852-1920) a Giuseppe Pellizza da Volpedo (1868-1907), di cui verrà esposto il prezioso studio Panni al sole.

L’ultima area tematica dello stand Berardi sarà presentata con il titolo “Donne. La seduzione nell’arte” che giocherà sull’accostamento di ritratti e nudi di donna ricoprendo un arco di tempo che va dall’Ottocento al Novecento inoltrato.

 

ORARI:

venerdì 7 febbraio, ingresso su invito; lunedì, martedì e mercoledì dalle 15:00 alle 20:00; giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle 10:30 alle 20:00

BIGLIETTI:

Intero 15€; Ridotto generico 12€; Ticket online 12€ (+ 4% commissioni); Ingresso gratuito per i ragazzi fino 14 anni compresi.
Ai disabili con accompagnatore è consentito l’ingresso gratuito, previo ritiro dei biglietti omaggio alle casse.

error: @ Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.