Bresolin Domenico

Domenico Bresolin. Veduta di Firenze dall’Arno e dalle Cascine. Olio su tela, 46 x 63 cm. Firmato e datato sul retro
Veduta di Firenze dall'Arno e dalle Cascine. Tecnica. Olio su tela

Biografia

Domenico Bresolin (Padova, 1813-Venezia, 1890) inizia come decoratore di interni, ma poi si orienta verso la pittura di paesaggio.
Si forma a Venezia e poi a Firenze e divide la sua attività di paesaggista tra queste città e Roma. Nel 1864 diventa insegnante all’Accademia di Venezia con la cattedra di Vedute di paese e di mare.

Il suo modo di insegnare rappresenta una svolta per l’accademia, perché è uno dei primi a far uscire gli allievi dalla classe per portarli a osservare e copiare la natura all’aria aperta.
Tra i suoi studenti si annoverano Guglielmo Ciardi (1842-1917), Giacomo Favretto (1849-1887), Luigi Nono (1850-1918).

L’Accademia: da Venezia a Firenze

A Venezia frequenta l’Accademia, ma estremamente importante per la sua formazione è il trasferimento a Firenze nel 1843. Fondamentale è stato l’insegnamento del pittore di paesaggio Carlo Markò senior (1791-1860) di cui frequenta per un certo periodo la Scuola di pittura da lui aperta proprio in quegli anni.

Dalla fotografia alla tela

Altrettanto importante per Domenico Bresolin è l’incontro e la frequentazione del fotografo e pittore Giacomo Caneva (1813-1865).
Entra in contatto con lui durante il suo soggiorno romano del 1845 e sarà fondamentale per la sua formazione di paesaggista. Non è un caso infatti che Bresolin rappresenti la svolta della pittura di paesaggio ancora in età romantica, poiché è stato uno dei primi a dipingere dal vero e a utilizzare la fotografia come mezzo d’aiuto alla pittura.

Non mancheranno però nemmeno esperimenti che rivelano la conoscenza dei disegni fotogenici di Henry Fox Talbot (1800-1877).
A Roma probabilmente conosce Ippolito Caffi (1809-1866) anche lui indirizzato in quegli anni ad una resa del paesaggio come riflesso della realtà. Sia lui che Domenico Bresolin riescono a rimodulare in chiave moderna il vedutismo di Canaletto, reinterpretandolo anche in ambiente romano e intessendolo di motivi romantici dalla limpida luce trasparente.

I paesaggi di Domenico Bresolin

Dal 1844 Domenico Bresolin comincia ad esporre all’Accademia di Venezia paesaggi tratti dal vero, tra cui Paesaggio con castello con cui vince il concorso.
È dello stesso anno una emozionante Veduta di Firenze e dell’Arno dalle Cascine in cui una pulita luce rosea pervade l’atmosfera della campagna fiorentina appena fuori città.

L’impianto della veduta richiama ancora modelli classici del Seicento e del Settecento, però la natura appare riprodotta in chiave più sentimentale e romantica. Basta osservare il modo in cui la luce bagna figure, alberi e la città sullo sfondo, coperta da una leggera foschia anch’essa di colore rosa.

A Roma Domenico Bresolin espone dipinti come Terme di Caracalla o Acquedotti di Claudio sempre appartenenti alla stessa atmosfera tersa e limpida.

Risale al 1859 circa un dipinto completamente votato al vero, Casa diroccata in cui questa volta il taglio è molto ravvicinato e fotografico e la luce naturale illumina i muri vecchi e scrostati di una casetta di campagna.
Dal 1864 diventa insegnante di paesaggio all’Accademia di Venezia e lì trasmette ai suoi allievi la preferenza nel ritrarre i paesaggi en plein air.

Quotazioni Domenico Bresolin

Vuoi conoscere le ultime stime dei suoi Dipinti?

Puoi contare sui nostri specialisti storici dell’arte per una perizia gratuita della tua opera di Domenico Bresolin.

Interpellaci sia caricando le immagini della tela direttamente nel form sottostante, oppure usando i criteri di contatto in alto.

Grazie alla lunga esperienza nel campo, possiamo offrire una stima anche in meno di 24 ore. Acquistiamo inoltre i suoi dipinti di.

Per una stima rigorosa, è indispensabile avere le foto dell’opera con rispettive misure, della firma ed anche del retro.

Corrente Artistica:

Richiesta inviata correttamente.

Ti risponderemo nel più breve tempo possibile. Grazie

Errore! Richiesta non inviata.

Ti preghiamo di riprovare e in caso di errore di contattarci via mail scrivendo a info@valutazionearte.it

Hai un'opera di Bresolin Domenico e vuoi venderla?

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

Carica immagini delle tue opere

Seleziona o trascina i file da caricare qui dentro

error: @ Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.