È per questo che i curatori, nel titolo, hanno voluto sottolineare la sensazione di incertezza, ben visibile, tra l’altro, nelle opere sospese, silenziose e rarefatte degli autori di Novecento a Milano e di Valori Plastici a Roma. Tra art déco e ritorno all’ordine le oltre cento opere esposte in mostra, snocciolano la questione del caos e dell’ebbrezza degli anni Venti. Al Palazzo Ducale di Genova, fino al 1 marzo 2020.

Nella bella mostra sullo scultore veneto, il percorso espositivo racconta cosa hanno lasciato le sculture di Antonio Canova ai posteri. Una bellezza eterna, sublime, pura come il Neoclassicismo di cui si fa promotore per tutta la sua vita. L’evento si focalizza in particolare sul rapporto che Canova ha avuto con Roma. Fino al 15 Marzo 2020 al Museo di Roma, Palazzo Braschi.

Ciò che più suscita meraviglia in occasione di questo evento di portata mondiale è l’invio, da parte del governo giapponese, di una serie di stampe ad opera dei più importanti artisti giapponesi, tra cui Hokusai. La mostra è divisa in quattro sezioni e ogni parte riesce a creare un formidabile confronto tra i manufatti giapponesi e le reazioni occidentali. Fino al 26 gennaio 2020 a Rovigo, Palazzo Roverella.

De Chirico. L’antico e la Metafisica sono due nodi analizzati e snocciolati nel percorso espositivo, che conta più di cento opere. I capolavori, tra disegni, dipinti e scritti provengono dalle più importanti collezioni del mondo: dalla Tate Modern di Londra, al Centre Pompidou di Parigi e il Metropolitan di New York. Fino al 19 gennaio 2020 a Palazzo Reale, Milano.

Due giganti della storia dell’arte britannica moderna che hanno usato la pittura figurativa per esprimere la loro avventurosa vita profonda, sensuale e intensa. Francis Bacon e Lucian Freud hanno scritto un capitolo fondamentale nella storia dell’arte britannica moderna lasciando una preziosissima eredità. Fino al 23 febbraio 2020 al Chiostro del Bramante, Roma.

error: @ Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.