La mostra “I Macchiaioli. Una rivoluzione en plein air”, curata da Simona Bartolena, offre l’opportunità ai visitatori della Valle D’Aosta di vivere, attraverso un percorso di ottanta opere, una delle più vivide stagioni dell’arte toscana ed italiana nell’era moderna. Fino al 6 giugno 2021 al Forte di Bard.

Analogie, scarti, sfumature, confronti sono i punti chiave della mostra “Savinio. Incanto e mito”. L’artista, con le sue novanta opere, entra in un confronto magico con le straordinarie opere antiche della collezione in un emozionante gioco di rimandi che fa di questa mostra un percorso sull’incanto e sul mito nella poetica del pittore. Fino al 13 giugno 2021, Palazzo Altemps, Roma.

La mostra al Casino dei Principi è dedicata alla collezionista romana Bianca Attolico. Una collezione per un secolo di storia dell’arte. Protagoniste sono le opere della “Signora dell’Arte”, che spaziano dal Futurismo alle espressioni più contemporanee, dall’Informale alle installazioni contemporanee. Fino al 4 aprile 2021, Musei di Villa Torlonia, Roma.

Il titolo Ritratti e sogni ci indica la scelta del percorso espositivo e ci chiarisce l’indirizzo tematico delle opere di Corcos, abilissimo ed elegante ritrattista che, dopo la formazione toscana, si trasferisce a Parigi nel 1880, vivendo a pieno gli anni della Belle Époque. Fino al 27 giugno 2021 a Bologna, Palazzo Pallavicini.

1

Il 19 luglio del 1937, si inaugurò a Monaco la mostra “Arte degenerata”, una decisa censura nei confronti di tutte le espressioni avanguardistiche dell’arte modernista. Il giorno prima, Hitler aveva significativamente presenziato all’apertura di un’altra mostra intitolata “La grande arte tedesca”, proprio di fronte all’edificio di Arte degenerata, nella nuova Casa dell’Arte Tedesca.

error: © Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.