Friedrich von Amerling

Friedrich von Amerling. Italiana con la Conocchia (dettaglio). Tecnica: Olio su tela
Italiana con la Conocchia (dettaglio). Tecnica: Olio su tela

Biografia

Friedrich von Amerling (Vienna, 1803 – 1887) è un pittore austriaco. Si è formato all’Accademia di Belle Arti di Vienna tra il 1816 e il 1824, mentre per il biennio successivo continua i suoi studi all’Accademia di Praga.

Dal 1826 al 1828, compie un lungo soggiorno a Londra, dove entra in contatto con l’ormai anziano pittore di corte Sir Thomas Lawrence (1769-1830), che lo influenza soprattutto per quanto riguarda l’approccio al ritratto.

In seguito, Friedrich von Amerling compie numerosi viaggi in Europa: visita Parigi e Roma, per poi rientrare per qualche anno a Vienna. Nella sua città, inizia a lavorare soprattutto come ritrattista: la sua ascesa artistica è rapidissima, visto il susseguirsi di commissioni ed incarichi da parte della corte e dell’aristocrazia austriaca.

I viaggi in Italia e l’amicizia con Molteni

Nel 1836 ha occasione di conoscere a Vienna Giuseppe Molteni (1800-1867), che si trova in Austria per dipingere il ritratto dell’imperatore Ferdinando I e di dignitari quali il principe von Metternich. Nel contesto della corte, i due hanno modo di stringere amicizia e di instaurare un profondo scambio di idee ed influenze reciproche.

In seguito, proprio a partire dal 1836, Friedrich von Amerling viene ospitato spessissimo a Milano da Molteni, grazie a cui entra anche in contatto con il fervente ambiente artistico della città. A questo punto, è chiaro l’indirizzo del ritrattista à la mode, che contribuisce intensamente all’introduzione del gusto biedermeier in Italia.

Attraverso una tavolozza brillante e la preziosa e accattivante imitazione di velluti, rasi, ceramiche e in generale di elementi d’arredo di interni borghesi, sia von Amerling che Molteni riescono a incarnare alla perfezione un gusto ormai lontano dall’austerità neoclassica.

Un artista instancabile

Tra il 1840 e il 1843 soggiorna in diverse città italiane, tra cui Roma e Trieste. Artista e viaggiatore instancabile, Friedrich von Amerling nel corso della sua carriera visita in lungo e in largo l’Europa e nel 1886, un anno prima di morire, si spinge fino alla Palestina.

La sua produzione non comprende solamente ritratti, ma anche piccoli dipinti di genere in cui emerge la minuzia di particolari nella descrizione degli ambienti e dell’abbigliamento dei personaggi, il tutto accompagnato da un approccio pittorico sontuoso ed elegante non immune da accenti sentimentali, soprattutto per quanto riguarda le scene di genere e i ritratti più popolari.

Nel 1878 ottiene il titolo nobiliare, ma continua comunque a dipingere per l’aristocrazia fino agli ultimi anni. Muore nella sua Vienna nel 1887, a ottantaquattro anni.

Friedrich von Amerling: il ritratto biedermeier

Il pittore austriaco Friedrich von Amerling è uno dei maggiori rappresentanti del gusto biedermeier di metà Ottocento. Gran parte della sua produzione è caratterizzata dall’idealizzazione del personaggio rappresentato, accompagnata da notevoli suggestioni mimetiche.

Il suo Romanticismo moderato gli permette di rappresentare al meglio i personaggi dell’aristocrazia e della borghesia nascente attraverso una pittura preziosa e brillante, contraddistinta da un’accurata freschezza descrittiva, che ci presenta il mondo elegante di una società che si sente a proprio agio in salotti ricchi di oggetti da collezione.

Tra i più importanti ritratti realizzati in Italia, vi sono quelli di numerosi artisti milanesi, tra cui quello di Francesco Hayez, quello dell’amico Giuseppe Molteni, quello di Carlo Canella, quello del pittore Edoard Engerth, ma anche il ritratto popolare della Donna italiana con la conocchia.

Durante la sua permanenza a Milano, ha partecipato con due ritratti e due scene di genere alla mostra di Brera del 1838. In particolare, il dipinto Il souvenir, conservato agli Uffizi, è stato accolto con entusiasmo dalla critica, soprattutto grazie alla abilità nella gestione della luce.

Tra gli altri ritratti, sono da segnalare Francesco I in uniforme, i suoi numerosi Autoritratti realizzati nel corso degli anni, ma anche i particolari soggetti come La giovane donna orientale, Odalisca, Ragazza, Il suonatore di liuto.

La gran parte della sua produzione è comunque dedicata all’aristocrazia austriaca, come mostrano i ritratti di Marie Freifrau Vesque von Püttlingen, di Cäcilie Freifrau von Eskeles, del banchiere Bernhard Freiherr von Eskeles, di Frau von Striebel, tutti degli anni Trenta dell’Ottocento, periodo di più grande successo di Friedrich von Amerling.

Quotazioni Friedrich von Amerling

Sei aggiornato su Prezzi e Stime di Mercato dei suoi Dipinti?

La tua opera di Friedrich von Amerling sarà Valutata Gratuitamente dai nostri esperti storici dell’arte.

Rivolgiti a noi sia caricando le foto dell’opera nel form sottostante, oppure utilizza i metodi di contatto in alto.

Offriamo una perizia qualificata anche in meno di 24 ore, grazie alla competenza nel settore del nostro Staff. Acquistiamo Dipinti dell’artista.

Inviaci le foto dell’opera con rispettive misure, della firma ed anche del retro; è indispensabile per avere una stima accurata.

Corrente Artistica:

Hai un'opera di Friedrich von Amerling e vuoi venderla?

Risposte anche in 24 ore.

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

    Informazioni di contatto


    Messaggio

    Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del D.lgs 196/2003.

    error: © Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.