Orfei Orfeo

Orfeo Orfei. I Nuovi Fumatori, 1870. Tecnica: Olio su tela, 51 x 71 cm
I Nuovi Fumatori, 1870. Tecnica: Olio su tela

Biografia

Orfeo Orfei (Massalombarda, 1836 – Bologna, 1915) viene avviato in giovane età agli studi ecclesiastici. Ma il ragazzo, propenso allo studio del disegno e della pittura, preferisce uscire dal seminario e trasferirsi a Bologna per frequentarne l’Accademia di Belle Arti.

Qui è allievo di Antonio Puccinelli (1822-1897) che lo introduce ad una pittura che tenga conto dell’osservazione del vero. In Accademia, il giovane Orfeo Orfei ottiene diversi riconoscimenti grazie alla sua prima produzione paesaggistica e legata ai soggetti di storia.

In un secondo momento, però, il pittore si specializza nelle scene di genere di gusto neo fiammingo, caratterizzate da una tecnica impeccabile e sempre attraversate dalla visione del vero.

La narrazione curiosa ed aneddotica e la scelta di scenette dal sapore popolare e piacevole lo avvicinano sicuramente ad uno dei massimi rappresentanti ottocenteschi della pittura di genere in Italia, Gaetano Chierici (1838-1920).

Il successo

Orfeo Orfei esordisce a Bologna nel 1857, con un paesaggio. Ma è presso la Promotrice di Torino del 1868 che si mostra per la prima volta come pittore di genere. Sarà presente per molti anni alle mostre bolognesi e genovesi.

Dalle fonti, sappiamo che il pittore ha sempre goduto di un carattere allegro e gioviale che sicuramente ha saputo trasmettere nelle sue tele luminose e semplici, seppur sempre denotate da una perizia tecnica attentissima.

I suoi dipinti freschi e popolari incontrano ben presto il gusto del mercato europeo, soprattutto tedesco. Ma molte sue opere sono anche conservate nella Pinacoteca Civica di Bologna e al Museo Revoltella di Trieste.

Nel corso della sua carriera, ha lavorato anche come restauratore di affreschi e dipinti, come quello di Francesco Francia nel Palazzo Comunale di Bologna. Dipinge ed espone fino al 1890 e muore a Bologna nel 1915, a settantanove anni.

Orfeo Orfei: tecnica impeccabile e gusto aneddotico

Orfeo Orfei non esordisce subito nel campo della pittura di genere. Sicuramente fa tesoro degli insegnamenti di Antonio Puccinelli in Accademia ed esordisce a Bologna, nel 1857 con il paesaggio Temporale. Nel 1866 vince poi il premio Curlandese con il dipinto di storia Niccolò Machiavelli inviato commissario della Repubblica fiorentina a Valentino Borgia.

Ma risale alla Promotrice torinese del 1868 il suo esordio come pittore di genere, con l’esposizione di Piccoli cantori. L’ultima in coro compare alla Promotrice di Genova del 1869, mentre I nuovi fumatori a quella del 1870. Si tratta di dipinti ambientati in chiese, oratori o sagrestie, in cui vengono immortalati piccoli momenti curiosi della quotidianità.

Una luce radente e limpida pervade quasi tutti i dipinti di Orfeo Orfei, donando loro una buona presenza volumetrica.

Nel 1871, sempre alla Promotrice di Genova, invia Un dilemma politico, l’anno seguente Giudizio competente e nel 1876 Frati artisti. Una affabile vena popolare permea tutti i dipinti del pittore, come I numeri del lotto del 1877 o La ripetizione del 1879. La conciliazione compare alla Mostra di Bologna del 1888, dove viene premiato e poi acquistato dal Ministero della Pubblica Istruzione.

Nel 1892 partecipa alla sua ultima esposizione genovese con Politica arrabbiata e Alla salute di tutti. Sono da ricordare poi Il pittore in soffitta, Il ciabattino politico (conservato al Museo Revoltella di Trieste), I frati musici, L’ombrellaio, L’antiquario, Il pittore di ventagli.

Quotazioni Orfeo Orfei

Sei aggiornato su Prezzi e Stime di Mercato dei suoi quadri?

La tua opera di Orfeo Orfei sarà valutata gratuitamente dai nostri esperti storici dell’arte.

Rivolgiti a noi sia caricando le foto dell’opera nel form sottostante, oppure utilizza i metodi di contatto in alto.

Offriamo una perizia qualificata anche in meno di 24 ore, grazie alla competenza nel settore del nostro Staff di esperti. Acquistiamo quadri di questo autore.

Inviaci le foto dell’opera con rispettive misure, della firma ed anche del retro; è indispensabile per avere una stima accurata.

Richiesta inviata correttamente.

Ti risponderemo nel più breve tempo possibile. Grazie

Errore! Richiesta non inviata.

Ti preghiamo di riprovare e in caso di errore di contattarci via mail scrivendo a info@valutazionearte.it

Hai un'opera di Orfeo Orfei e vuoi venderla?

Risposte anche in 24 ore.

Chiedi una valutazione gratuita, professionale e veloce usando il modulo sottostante, oppure usando i contatti in alto.

Instruzioni: allegare tramite il seguente modulo foto nitide e dettagliate (anche del retro e della firma).

Indicare inoltre nel campo "messaggio" le misure dell'opera.

Non trattiamo stampe e litografie.

Carica immagini delle tue opere

Seleziona o trascina i file da caricare qui dentro

error: @ Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.