" /> Joaquín Sorolla. Mostra ad Aix-en-Provence, Hôtel de Caumont Art Center

Le luci spagnole di Joaquín Sorolla

Joaquín Sorolla. Nuotatori, 1905. Tecnica: Olio su tela, 90 x 126 cm. Madrid, Museo Sorolla
Nuotatori, 1905. Tecnica: Olio su tela, 90 x 126 cm. Madrid, Museo Sorolla

Aix-en-Provence, Hôtel de Caumont Art Center

Fino al 1 novembre 2020

Una Spagna luminosa, vibrante, limpida, nella sua essenza mediterranea, è la protagonista della mostra dedicata a Joaquín Sorolla (1863-1923), presso l’Hôtel de Caumont Art Center di Aix-en-Provence.

Con immediatezza, sintesi ed estrema modernità compositiva, il pittore spagnolo ha conquistato il mercato dell’epoca. Le immagini di una Spagna assolata, festosa, con il suo mare mosso e il bagno dei ragazzi sono i temi più ricorrenti nella produzione del pittore valenciano.

Ma l’obiettivo della mostra di Aix-en-Provence non è quello di replicare la grande retrospettiva tenutasi alla National Gallery di Londra nel 2019, bensì quello di porre una maggiore attenzione sulla sua modalità di lavoro e soprattutto sulle sue fonti di ispirazione, da Velásquez e Goya fino a Mariano Fortuny (1838-1878).

Non è casuale quindi, la scelta della curatrice María López Fernández, una delle massime esperte di Joaquí Sorolla, di portare in mostra una grande quantità di studi dell’autore, in modo tale da evidenziare le fasi pittoriche e il suo modus operandi.

Joaquín Sorolla: luce e istinto

L’esposizione è stata una ulteriore occasione per capire, dunque, il processo creativo dell’artista attraverso l’approfondimento delle opere e degli studi. Accanto ad ambiziosi lavori di grande formato, infatti, sono esposti numerosi piccoli disegni e schizzi a olio, che evidenziano le due caratteristiche fondamentali della sua poetica, la luminosità e la spontaneità.

Combinazione di colori, di tematiche, di luce emergono dalle continue prove ripetute prima del dipinto finale, che comunque ci perviene sempre come un’impressione subitanea e naturale, quasi istintiva.

La mostra offrirà anche l’opportunità di fare luce, attraverso l’abbondante corrispondenza dell’artista, intrattenuta con parenti, amici, galleristi e collezionisti, sulle capacità di Joaquín Sorolla di lavorare instancabilmente sulla stessa impressione per far sì che rispondesse esattamente alla sua idea.

La meticolosità del suo processo artistico emerge anche dalle numerose fotografie dal lui scattate ed esposte in mostra, che gli servivano nella stesura finale, per rispettare atmosfere, variazioni ed effetti di luce, elementi fondamentali della sua ricerca. Pennellate ampie, mosse, affascinanti e cariche di luce danno vita proprio al titolo della mostra in Provenza, Joaquín Sorolla, luce spagnola.

Tra le opere esposte vi sono: Pescatrice valenciana del 1916, Il ritorno dalla pesca del 1904, il delicato e brillante ritratto di bimba Maria Clotilde del 1900, lo studio ad olio su cartone Elena et Susana à Biarritz del 1914 e Nuotatori, Xàbia del 1905.

Orari

L’Hôtel de Caumont è aperto tutti i giorni; da ottobre ad aprile: 10-18; da maggio a settembre: 10-19

Biglietti

Intero: €14,5; Ridotto: €13,50 (più di 65 anni); Ridotto: €11,50 (studenti, disabili con accompagnatori, possessori di Education Pass e City PASS Aix-en-Provence)

Tariffa giovani: €10 (7-25 anni); Tariffa familiare: €43 (per 2 adulti e due bambini tra i 7 e i 17 anni); Gratuito per i bambini sotto i 7 anni e per i possessori di tessera ICOM e ICOMOS, guide turistiche e giornalisti

error: @ Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.