" /> Cézanne e i Maestri Italiani. Mostra a Parigi, Museo Marmottan Monet

Cézanne e il “sogno italiano”

Cézanne. Homme assis, Paul Cézanne. Ritratto del fratello Ettore, Mario Sironi. Parigi, Museo Marmottan Monet
Homme assis, Paul Cézanne. Ritratto del fratello Ettore, Mario Sironi. Parigi, Museo Marmottan Monet

Parigi, Museo Marmottan Monet

Fino al 3 gennaio 2021

Cezanne et les Maîtres. Rêve d’Italie si presenta, sin dal titolo, come una mostra fondamentale per capire le componenti del linguaggio moderno ed innovativo di Paul Cézanne (1839-1906), che ispirato intere generazioni di artisti, compresi quelli italiani.

Nella mostra parigina, per la prima volta, le opere del pittore sono presentate insieme alle immagini dei grandi maestri italiani del XVI, XVII, XVIII e XIX secolo, da qui il titolo “Il sogno d’Italia”. Al centro del percorso espositivo, è stata allestita una cospicua e cruciale selezione di opere di Cézanne, comprese una tela dalla serie della Montagne Sainte-Victoire, e la Pastorale, insieme a numerose nature morte.

Queste opere iconiche del maestro francese, precursore della poetica cubista, sono state affiancate alle eterne immagini dei più importanti artisti italiani dal Rinascimento al Novecento. Compaiono tele e tavole di pittori quali Tintoretto, El Greco, Ribera, Giordano, Poussin, ma anche i dipinti dei pittori che hanno trovato nella pittura di Cézanne un immortale modello di riferimento, come Carlo Carrà (1881-1966), Mario Sironi (1885-1961), Ardengo Soffici (1879-1964), Fausto Pirandello (1899-1975), Umberto Boccioni (1882-1916) e Giorgio Morandi (1880-1964).

Cézanne e i maestri italiani

Per quanto riguarda i prestigiosi prestiti di cui il Museo Marmottan Monet si è avvalso per l’allestimento delle più di sessanta opere in mostra, vi sono alcuni dei più importanti capolavori provenienti dalle maggiori collezioni pubbliche e private di tutto il mondo, tra cui il Louvre e il Musée d’Orsay a Parigi, la National Gallery of Art di Washington, la collezione Thyssen-Bornemisza a Madrid, il Museo Pola a Kanagawa e la Walker Art Gallery di Liverpool.

La prima parte del percorso espositivo, tutto dedicato ai modelli e alle ispirazioni di Cézanne di carattere italiano e mediterraneo, metterà in luce la fondamentale importanza che per lui hanno avuto le opere dei maestri del passato, dalla gestione del disegno a quella della luce e della materia pittorica; elementi che poi hanno gettato le basi per il suo rivoluzionario linguaggio.

Nella seconda parte della mostra, al contrario, si sono evidenziati tutti i tratti distintivi della poetica di Cézanne che hanno influenzato i più grandi protagonisti della storia dell’arte italiana di inizio Novecento. Dall’utilizzo del fondamento costruttivo del colore, fino alla struttura geometrica e della rappresentazione, per giungere alla sensazione sfaccettata e materica della luce.

Il sogno italiano è quindi inteso come continua ispirazione da cui attingere da parte del maestro francese, ma anche come risposta e debito alla sua geniale interpretazione della pittura, da parte dei suoi eredi italiani.

Orari:

martedì – domenica 11.00/19.00

Biglietti:

Intero: 12 euro; Ridotto: 8,50 euro; Gratuito: minori di sette anni

error: @ Copyright Berardi Galleria d\'Arte S.r.l.